Un saluto e un incoraggiamento speciale da parte di un campione del mondo. Lo ha ricevuto il Napoli che nel ritiro di Castel Volturno ha ricevuto la visita di Francesco Totti. L'ex "dieci" e capitano della Roma s'è recato nel quartier generale degli azzurri impegnati nella preparazione della partita di Champions contro il Barcellona. Sabato sera, ore 21, i partenopei saranno di scena al Camp Nou per ribaltare il risultato dell'andata (1-1), compiere l'impresa e conquistare una qualificazione storica ai quarti di finale.

A tendere la mano all'ex giocatore giallorosso e della Nazionale c'era anche Kostas Manolas, compagno di squadra di Totti e protagonista – con un suo gol – dell'eliminazione dei catalani nella notte magica dell'Olimpico. Fu lui a siglare la rimonta clamorosa e a spingere avanti in Coppa la formazione allora allenata da Eusebio Di Francesco.

Totti ha abbracciato Gattuso, che con lui ha condiviso l'esperienza indimenticabile del cielo colorato d'azzurro sopra Berlino. Riuscirà "ringhio" a dare la sfumatura giusta anche alla sfida di Champions contro Messi? È l'auspicio anche del "pupone" che ai microfoni di Sky ha ammesso: "Speriamo che il Napoli passi, tutta Italia tifa per il Napoli a Barcellona".

Nell'attesa che da Castel Volturno arrivino notizie rassicuranti su Insigne (il calciatore è in forte dubbio per l'infortunio capitato contro la Lazio nell'ultima di campionato), Totti gli ha fatto il più classico "in bocca al lupo" perché riesca a rimettersi per un match così delicato. "Come ho trovato Gattuso? In forma, alla grande", ha aggiunto Totti.

Ultima riflessione dedicata a Zaniolo e alla Roma. Al talento giallorosso fa sapere che la strada della sua carriera può anche portarlo lontano… magari fino al Pallone d'Oro ma "è lunga e lui deve dare continuità a quello che sta facendo". La chiosa è dedicata ai giallorossi impegnati a Siviglia. "Ci spero".