Claudio Marchisio è risultato positivo al Covid-19. Ad annunciarlo è stata direttamente la moglie dell'ex centrocampista della Juventus, Roberta Sinopoli, che attraverso le stories di Instagram ha spiegato di trovarsi in questo momento in quarantena con tutta la famiglia. "Abbiamo preso il Covid tutta la family tranne Davide. Stiamo tutti bene grazie a Dio". La moglie di Marchisio ha poi aggiunto: "Leo e Cla sono asintomatici, io invece ho preso il senso del gusto e dell'olfatto".

Nel corso del domanda e risposta sul noto social network, la Sinopoli ha inoltre specificato che adesso sono in attesa dell'esito dell'ultimo tampone molecolare e che non si spiegano come abbiano potuto contrarre il virus: "Non saprei, siamo sempre super attenti". Ha specificato la moglie dell'ex giocatore della Juventus che nel corso delle stories pubblicate da sua moglie si mostra in isolamento rispetto al resto della famiglia. "È molto difficile adesso tenere in isolamento Davide (l'altro figlio della coppia, ndr). Ci abbiamo provato".

Nel corso delle stories pubblicate su Instagram, Roberta Sinopoli poi cerca di sdrammatizzare e tranquillizzare le tante persone che chiedevano, preoccupate, di come si sentissero: "In questi 17 giorni di quarantena – scrive la moglie di Marchisio – ho lavorato molto in smart ma sono riuscita ad allenarmi tutti i giorni con Claudione e devo dire che mi ha fatto perdere ben due chili". Un modo come un altro per cercare di alleggerire la tensione dopo aver constatato il contagio al Covid-19.

Marchisio solo un mese fa, aveva parlato della pandemia e del suo impatto nel mondo del calcio nel corso di un'intervista al Corriere della Sera. "Paradossalmente la pandemia ha reso meno difficile il distacco dal mondo del calcio – ha dichiarato l'ex Juventus – perché ha fermato i campionati che poi sono ripresi senza pubblico". Marchisio ha poi aggiunto: "Vedere un calcio così diverso da quello che ho vissuto io ha attutito gli effetti dell’addio – ha detto – E anche tutta la preoccupazione per il virus ha spostato l’attenzione su altro".