0 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

La squalifica di Pogba potrebbe essere dimezzata: il francese può accordarsi con la Procura

Il caso Pogba avrà presto nuovi sviluppi: il francese potrebbe trovare un accordo con la Procura per portare a due anni la squalifica per doping. Ci sono due strade a sua disposizione.
A cura di Ada Cotugno
0 CONDIVISIONI
Immagine

Per la Juventus potrebbero arrivare presto novità sul caso Pogba: il giocatore è sospeso in via cautelare dopo la positività ai metaboliti del testosterone emersa lo scorso 11 settembre ed è in attesa di capire quale sarà il suo futuro. Per lui potrebbe prospettarsi una squalifica di quattro anni che metterebbe fine alla sua carriera, ma ci sono alcune alternative che potrebbero consentirgli di dimezzare la pena.

La Gazzetta dello Sport ha analizzato tutte le strade a disposizione del francese che intanto ha già ricevuto la prima notizia negativa, mentre continua ad allenarsi da solo alla Continassa in attesa di nuovi sviluppi sulla vicenda che lo vede come protagonista.

Immagine

Il giocatore avrebbe voluto ricevere l'"udienza unica" presso il Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna, un'alternativa non appoggiata dalla Wada che ha invece indirizzato il processo verso il giudizio in Italia, il Paese che ha gestito la prima parte del caso. L'unica possibilità di ridurre la squalifica e portarla a due anni è quella di una sorta di patteggiamento, ossia l'ammissione di Pogba delle sue responsabilità.

Sempre con la luce verde da parte della Wada (essenziale per avallare la decisione), il centrocampista potrebbe trovare un accordo con la procura antidoping che gli consentirebbe di dimezzare la pena, rinunciando però a qualsiasi possibilità di appello. In alternativa potrebbe andare a processo presso il Tribunale Nazionale Antidoping e, in caso, appellarsi poi al Tas. Nelle prossime settimane Pogba sarà chiamato a partecipare alla prima audizione che, qualora dovesse portare al processo, gli spalancherebbe davanti le due alternative.

Il giocatore e i suoi legali avranno 20 giorni per decidere se trovare un accordo oppure presentarsi in tribunale, con l'eventuale udienza che avrebbe luogo nel giro di 40 giorni dalla decisione. Nel giro di pochi mesi quindi la sua situazione potrebbe prendere una piega definitiva, svelandoci l'entità della sanzione dopo il caso di doping che lo ha coinvolto.

0 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views