La Spal manda a casa il Sassuolo e si regala la Juventus. La formazione di Pasquale Marino ha battuto i neroverdi al Mapei Stadium per 2-0 e ha staccato il pass per i quarti di finale della Coppa Italia 2020/2021. Brutta sconfitta per la squadra di Roberto De Zerbi, la quinta in stagione. La squadra estense affronterà la squadra campione d'Italia in carica, che ieri ha eliminato il Genoa vincendo 3-2 dopo i tempi supplementari.

Gara come da pronostico: Sassuolo che fa gran possesso palla e controlla il gioco mentre gli estensi che tentano di colpire in contropiede. Poche le occasioni da rete: i neroverdi vanno più vicini al punto del vantaggio ma il palo nega a Djuricic la gioia del gol.

All'inizio della ripresa si decide il match: prima viene espulso Filip Djuricic per un intervento scomposto su Sernicola e pochi istanti dopo Simone Missiroli ha portato in vantaggio la Spal con un tocco da centro area su assist dalla sinistra di Seck. Il numero 10 del Sassuolo è stato mandato negli spogliatoi anzitempo da Camplone dopo aver rivisto la sua entrata al VAR. A chiudere i conti è Lorenzo Dickman, che da pochi passi e con un intervento sottomisura su cross dalla sinistra di Marco D'Alessandro.

Il Sassuolo ha reagito con orgoglio, nonostante l'inferiorità numerica, ma lo sforzo dei neroverdi ha prodotto solo il palo colpito da Mert Muldur e poco più. Strano destino per Missiroli: il centrocampista di Reggio Calabria è stato uomo di riferimento per anni al Sassuolo, oltre ad essere autore della rete che è valsa la prima storica promozione in Serie A il 18 maggio 2013; e oggi carnefice della squadra neroverde. Era dal 1981 che la Spal non si qualificava ai quarti di finale di Coppa Italia.

Il tabellino di Sassuolo-Spal

RETI: 49′ Missiroli, 58′ Dickman.

SASSUOLO (4-3-3): Pegolo; Muldur, Marlon, Peluso, Rogerio (84′ Kyriakopoulos); Obiang, Djuricic, Maxime Lopez (68′ Ayhan); Oddei (68′ Haraslin), Raspadori, Boga (46′ Schiappacasse). Allenatore: De Zerbi.

SPAL (3-4-2-1): Berisha; Vicari (46′ Tomovic), Dickman, Brignola; D’Alessandro (68′ Sala), Spaltro (68′ Ranieri), Murgia, Missiroli, Sernicola; Di Francesco (26′ Seck), Floccari. Allenatore: Marino.

ARBITRO: Giacomo Camplone.