Matteo Darmian ha realizzato il suo primo gol con la maglia dell'Inter nella serata più importante di questa prima parte di stagione per i nerazzurri. L'esterno di Legnano ha messo la firma su una vittoria che potrebbe risultare decisiva per il percorso in Champions League della squadra di Antonio Conte, che grazie alla vittoria sul Borussia Monchengladbach si giocherà le sue chance contro lo Shakthar Donestk in casa nell'ultimo turno. Il numero 36 ha aperto i giochi al Borussia-Park con un tiro di destro non irresistibile che si è infilato tra le gambe di Sommer e si è regalato il primo gol in nerazzurro il giorno prima del suo 31° compleanno.

Darmian è stato uno dei migliori anche in casa del Sassuolo, dove se l'è vista contro un avversario duro come Boga, e l'ex Parma e Manchester United sta pian piano scalando le gerarchie sulla fascia destra nonostante il suo acquisto fosse stato preso con molto scetticismo dalla piazza. È stato l'acquisto meno chiacchierato ma ogni volta che ha giocato si è sempre fatto notare in maniera positiva.: alla sua sesta presenza in nerazzurro, l'ex Parma ha sfoderato una buonissima prestazione. Tra i migliori in campo insieme a Brozovic e Lukaku.

Il trasferimento di Darmian dal Parma è stato uno degli ultimi colpi di mercato dell'Inter e la formula del trasferimento è quella del prestito con diritto di riscatto, che diventa obbligo al verificarsi di determinate condizioni che sono state svelate dal bilancio nerazzurro: il laterale diventerà per intero un calciatore della società meneghina non appena l'Inter collezionerà il primo punto in campionato dal 1 febbraio 2021 in avanti. Una formula non proprio usuale ma si tratta di un qualcosa di simile di ciò che avverrà con Candreva alla Sampdoria, dove basterà una sola partita.

Matteo da Legnano, cresciuto nelle giovanili del Milan, è un calciatore che ha ben chiari quali sono i suoi compiti e si era già fatto notare positivamente nel 3-5-2 di Giampiero Ventura al Torino: proprio in granata Darmian fu autore di un altro gol importante in Europa, nella notte indimenticabile per i granata a Bilbao. Questo ragazzo classe 1989 può giocare su entrambe le fasce e la sua duttilità potrebbe risultare utile anche nel prosieguo della stagione a Conte, che lo conosce bene e lo portò agli Europei del 2016. Proprio in questo momento di difficoltà l'ex CT si è affidato a lui e Darmian ha risposto presente.

Il laterale dell'Inter ha parlato al canale tv ufficiale del club nerazzurro dopo la gara di Monchengladbach: "Ho visto lo spazio e mi sono inserito, Gagliardini mi ha dato una bella palla e io ho provato la conclusione. Mi è andata bene visto che il pallone è passato sotto le gambe del portiere permettendoci di sbloccare un incontro difficile. Sapevamo che oggi non sarebbe stato facile, ma abbiamo fatto una grande gara sapendo soffrire nei momenti più difficili e abbiamo vinto un match fondamentale".