6.779 CONDIVISIONI
22 Maggio 2022
20:50

La lezione di dignità dell’Inter nel giorno della sconfitta: Lautaro e Dimarco inconsolabili

I giocatori dell’Inter dopo la vittoria contro la Samp e la vittoria dello Scudetto da parte del Milan sono rimasti sul terreno di gioco, sostenuti da tutti i tifosi. In lacrime Dimarco e Lautaro.
A cura di Marco Beltrami
6.779 CONDIVISIONI

Non è bastata all’Inter la vittoria all’ultima giornata contro la Sampdoria. Il successo in contemporanea del Milan in casa del Sassuolo, ha spento le speranze di un sorpasso in extremis in vetta alla classifica di Serie A. I rossoneri dunque festeggiano lo Scudetto e alla squadra di Inzaghi non restano che i rimpianti per le occasioni sciupate nella seconda parte della stagione. E così mentre a Reggio Emilia si è scatenato l'entusiasmo milanista, con la premiazione della squadra campione d’Italia, al Meazza è andato in scena il congedo tra le lacrime dell’Inter davanti ai propri tifosi.

Già al rientro dello spogliatoio a fine primo tempo i calciatori dell'Inter hanno preso consapevolezza di quanto fossero ancor più labili le possibilità di un ribaltone finale in Serie A. Il 3-0 in favore del Milan al Mapei Stadium in poco meno di 40′ ha tagliato le gambe ai nerazzurri, che comunque poi hanno onorato nel migliore dei modi l'ultimo impegno regolando con tre gol (Perisic e doppietta di Lautaro) la Sampdoria. Dopo il fischio finale però con l'ufficialità dello Scudetto rossonero, impossibile trattenere la delusione e in alcuni casi anche la commozione in casa nerazzurra.

La squadra che comunque ha vinto due trofei in stagione, ovvero Supercoppa e Coppa Italia, ha ricevuto il tributo dei suoi tifosi ed è rimasta a lungo sul terreno di gioco, con calciatori, staff tecnico e addetti ai lavori raggiunti poi in un secondo momento dalle proprie famiglie. Prima però è stato concessa soprattutto ai giocatori, la possibilità di metabolizzare il risultato. Il più affranto di tutti è sembrato Dimarco che si è inginocchiato sul terreno di gioco disperato, lasciandosi andare ad un pianto a dirotto. Inutili i tentativi di consolazione di Barella e degli altri compagni che dopo averlo tirato su, l'hanno portato sotto la curva.

Dimarco in lacrime dopo Inter–Sampdoria
Dimarco in lacrime dopo Inter–Sampdoria

Immobile invece sotto il settore più caldo dei tifosi di casa Lautaro Martinez. Anche l'attaccante argentino è apparso molto deluso, e ha pianto in campo. Grandi applausi dei sostenitori nerazzurri, con tanto di cori a lui dedicati per cercare di consolarlo. Il "Toro" protagonista di una buona stagione è sembrato davvero colpito, e per diversi minuti è rimasto a guardare gli spalti, solo, vittima anche della delusione per la mancata riconferma sul trono di campione d'Italia. In lacrime anche Ranocchia, raggiunto poco dopo da Perisic in stampelle e con il polpaccio destro fasciato. Il croato tra i più "sereni" ha scambiato parole con diversi compagni, nel tentativo di consolarli.

Nonostante il mancato titolo, grande compattezza da parte di tutto l'ambiente che ha dato una vera e propria lezione comportamentale. Mentre squadra e tifoseria nella sconfitta si sono dimostrati assolutamente dignitosi, la società non ha perso tempo per complimentarsi via social con i vincitori. Bellissimo infatti il post su Twitter del club: "Complimenti Milan. Quest'anno è stata una bellissima sfida. Ci vediamo l'anno prossimo".

6.779 CONDIVISIONI
Chi dovrà cedere l'Inter per mettere insieme il trio mostruoso con Lukaku, Dybala e Lautaro
Chi dovrà cedere l'Inter per mettere insieme il trio mostruoso con Lukaku, Dybala e Lautaro
Gnonto a 18 anni dà lezioni di umiltà:
Gnonto a 18 anni dà lezioni di umiltà: "Il gol non mi serve a niente dopo una sconfitta così"
Gnonto nel segno di Lautaro, ma non dell'Inter:
Gnonto nel segno di Lautaro, ma non dell'Inter: "Fossi rimasto lì, questo non sarebbe accaduto"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni