La Juventus perde in casa contro la Roma nella 38a e ultima giornata della Serie A 2019/2020. I giallorossi, in svantaggio dopo il di Higuain, sono stati capaci di calare il tris con Kalinic e la doppietta di Perotti. Risultato storico per la formazione capitolina che dal 2011, ovvero da quando la squadra bianconera gioca all'Allianz Stadium, non era mai riuscita a fare punti in casa piemontese. Si chiude con una sconfitta dunque il campionato della Juventus che può comunque celebrare il nono Scudetto consecutivo. Ora testa alla Champions e alla sfida di venerdì prossimo contro il Lione. Buone notizie per la Roma in vista degli ottavi di Europa League contro il Siviglia, di mercoledì 5 agosto.

Higuain illude la Juventus, Kalinic e Perotti regalano la vittoria alla Roma

Juventus-Roma inizia con tre esordi assoluti in Serie A, Frabotta per i bianconeri (Zanimacchia alla prima da titolare) e Calafiori e Fuzato negli ospiti. Il match si mette subito sui binari giusti per i padroni di casa che dopo pochi minuti trovano il vantaggio con Higuain, implacabile sotto porta, su assist di Rabiot. La squadra di Fonseca ci mette un po' a carburare ma con il passare dei minuti occupa meglio il campo. Il pareggio arriva con Kalinic poco prima della mezz'ora: il croato è abile a sfruttare l'ennesima dormita difensiva stagionale della squadra di Sarri. Tanti errori per i campioni d'Italia, al cospetto di una Roma più concreta. Il talentuoso Calafiori, dopo aver incassato la delusione di un bel gol annullato (il pallone era uscito in occasione dell'assist da calcio d'angolo), con furbizia si guadagna un rigore per un intervento ingenuo di Danilo. Perotti dal dischetto non sbaglia, e realizza il 2-1 che chiude il primo tempo.

Nella ripresa Sarri inizia la girandola dei cambi inserendo Demiral (al rientro in campo dopo l’infortunio) e Ramsey, ma la Roma trova subito il terzo gol ancora con Perotti. Gran merito va a Zaniolo protagonista di una bella iniziativa individuale culminata nell’assist per l’argentino abile a superare Szczesny in uscita. Ritmi che restano bassi per un match che prosegue a strappi con spazio per Olivieri, il terzo portiere Pinsoglio e il baby Vrioni da una parte e Juan Jesus, Santon, Under e Kluivert dall'altra. Eccezion fatta per un paio di tentativi di Ramsey (con il palo a dirgli di no), Higuain, Kalinic e Olivieri, e un rischio autogol nel finale per i giallorossi, il secondo tempo scivola verso la conclusione senza ulteriori sussulti. Festa Scudetto per la squadra di Sarri, e risultato da "record" per la Roma che non era mai uscita dall'Allianz Stadium con dei punti.

Il tabellino di Juventus-Roma 1-3

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny (73′ Pinsoglio); Danilo, Bonucci (51′ Demiral), Rugani, Frabotta; Rabiot (51′ Ramsey), Muratore, Matuidi; Zanimacchia, Higuain (79′ Vrioni), Bernardeschi (73′ Olivieri). All. Sarri
ROMA (3-4-2-1): Fuzato; Fazio, Ibanez (57′ Juan Jesus), Smalling; Zappacosta, Villar, Cristante (57′ Santon), Calafiori; Zaniolo (57′ Under), Perotti (73′ Kluivert); Kalinic. All. Fonseca
Gol: 6′ Higuain (J), 23′ Kalinic (R), 44′ rig. E 52′ Perotti (R)
Ammonito: Rugani (J)