Lunedì 24 agosto la Juventus inizierà il ritiro pre-campionato. Una settimana intensa di lavoro, i calciatori juventini saranno tutti assieme agli ordini di Pirlo, che poi perderà mezza squadra che raggiungerà le rispettive nazionali. Saranno giorni importanti in cui il nuovo allenatore cercherà di farsi conoscere e ai suoi ragazzi farà capire come vuole giocare, si parla di un cambio di modulo dal 4-3-3 al 3-4-1-2. Quisquilie nel calcio moderno. L’unica certezza è che la Juventus, che ha già prelevato Arthur e Kulusevski, sarà molto attiva sul mercato, sia in uscita (dovrà cercare di liberarsi di Higuain e Khedira, Matuidi è già andato via) che, soprattutto, in entrata, nel mirino ci sono Dzeko e Locatelli.

Manuel Locatelli del Sassuolo obiettivo della Juve

Serve un creatore di gioco ai bianconeri che dia fluidità a un centrocampo che nella passata stagione è stato qualitativamente deludente. Arthur non è un regista, Bentancur quel ruolo può farlo, ma serve qualcun altro. E da tempo la Juve ha messo gli occhi su Locatelli, giocatore cresciuto nel Milan, che viene valutato dal Sassuolo circa 30 milioni di euro. La Juve lo vuole, la pista Jorginho è stata abbandonata dopo l’addio di Sarri, ma vorrebbe pagarlo meno e cercherà di inserire delle contropartite tecniche nell’affare, che può chiudersi. L’alternativa è rappresentata da Tonali, l’erede di Pirlo che lascerà sicuramente il Brescia.

Dzeko nel mercato della Juventus

Higuain non è ancora andato via, Dybala invece rimarrà. La Juventus ha bisogno di due attaccanti, uno sarà un giocatore di prima fascia, l’altro un giovane da utilizzare in caso di necessità (si parla di Pinamonti del Genoa). Il grosso nome è rappresentato da Edin Dzeko, giocatore che risponde all’identikit del partner ideale di Cristiano Ronaldo, che vorrebbe al suo fianco un giocatore in stile Benzema. E il bosniaco ha quelle caratteristiche. Da tempo obiettivo dell’Inter, il bomber ha giurato amore eterno alla Roma, ma con il cambio societario tante cose potrebbero modificarsi.