Giorgio Chiellini è stato uno dei migliori della Juventus nella gara vinta per 3-2 contro l'Inter. Il capitano dei bianconeri è stato protagonista della solita partita di grande temperamento e di grande fisicità, sopratutto nel duello rusticano con Romelu Lukaku. Il difensore toscano ai microfoni di Sky si  è espresso così sulla direzione di gara di Gianpaolo Calvarese"Gli episodi? Li state commentando voi e ci starete sicuro tutta la sera. Non vi aiuto, non posso dire quello che penso. Non è giusto per noi giocatori commentare nel post, fatelo voi". 

Proprio il difensore della Juve è stato protagonista di due episodi piuttosto controversi nella ripresa del match di Torino con Lukaku: in occasione del primo l'arbitro Calvarese ha fischiato fallo dell'attaccante belga ma non sembra esserci un vero e proprio intervento del numero 9 dell'Inter e subito dopo il direttore di gara è stato chiamato dal VAR per rivedere l'annullamento del gol del pareggio nerazzurro, visto che Big Rom non aveva commesso fallo su Chiellini e la rete era regolare.

Il numero 3 della Juventus ha entrato nel dibattito sul ‘pasillo' che i bianconeri non hanno fatto alla squadra campione d'Italia prima del match: “Noi abbiamo fatto i complimenti ai giocatori dell’Inter nel sottopassaggio, lo meritano perché sono stati la squadra più forte. Nel sottopassaggio lo abbiamo fatto, con la sostanza. Poi nessun altro ha fatto niente per noi negli anni scorsi…”.

A chi gli chiede un'opinione sull'operato di Andrea Pirlo come allenatore della Juventus e sulla sua riconferma Chiellini si è espresso così: "Non ci siamo mai permessi di entrare nelle sue scelte, c'è stato massimo rispetto dei ruoli. Non si può avere lo stesso rapporto che si aveva fino a un anno fa: noi che siamo suoi ex compagni abbiamo fatto un passo indietro dovuto. Poi è chiaro che abbiamo provato a dare l'anima come sempre, magari con lui anche qualcosa in più. Giusto però che ci siano le gerarchie. Sulla sua permanenza, sono risposte che non posso dare io: spetta alla dirigenza scegliere".

Infine, il capitano della Vecchia Signora si è espresso sulla corsa per un piazzamento nella prossima  Champions League: “Siamo qui per demerito nostro e ne siamo consapevoli, abbiamo sbagliato tanto. Vogliamo comunque crederci fino in fondo, poi le valutazioni si faranno domenica prossima”.