La Juventus tiene accesa la fiamma della qualificazione alla prossima Champions League grazie alla vittoria per 3-2 contro l'Inter già campione d'Italia. Una doppietta di Cuadrado e un rigore di Cristiano Ronaldo hanno permesso alla squadra di Andrea Pirlo di battere i nerazzurri di Antonio Conte all'Allianz Stadium. Lukaku e un'autogol di Chiellini avevano rimesso in pista i meneghini ma nel finale la Vecchia Signora ha trovato il penalty che ha deciso le sorti dell'incontro.

L'arbitro Calvarese protagonista nei primi 40′ con due review al VAR: prima per un fallo su Chiellini in area dell'Inter e poi per un intervento di de Ligt su Lautaro in quella della Juve. In entrambi i casi il fischietto di Teramo ha concesso il calcio di rigore: Cristiano Ronaldo prima si è fatto parare la conclusione da Handanovic ma dopo è stato lesto a ribattere in rete mentre subito dopo Romelu Lukaku ha spiazzato Szczesny in maniera netta, portando il match in parità. Sul finire della prima frazione è stato Juan Cuadrado a riportare avanti i bianconeri con un tiro deviato da Eriksen dai 16 metri che è passato sulla testa del capitano nerazzurro e ha fatto esplodere di gioia la squadra di casa.

Nella ripresa la Juventus è rimasta subito in inferiorità numerica per l'espulsione di Rodrigo Bentancur e in seguito ad un assedio lungo e dispendioso i nerazzurri hanno trovato il pareggio grazie ad un autogol di Giorgio Chiellini. Il difensore si è lamentato per un fallo ma le immagini del VAR scagionano Lukaku e un episodio simile si era verificato anche pochi minuti prima. Conte ha inserito Vecino e Sensi per imprimere maggiore pressione alla difesa bianconera e proprio l'uruguagio è andato vicinissimo al gol ma Szczesny ha salvato la sua porta compiendo un vero e proprio miracolo.

A pochi istanti dalla fine della partita la Vecchia Signora ha la forza di riportarsi in vantaggio grazie ad un calcio di rigore che si è procurato e ha realizzato Juan Cuadrado, il vero uomo squadra della Juventus di questa stagione. Il calciatore colombiano ha cercato e ha trovato il penalty in maniera furbissima, permettendo così alla squadra di Pirlo di portarsi a 75 punti in vista degli impegni di domani delle dirette concorrenti Napoli e Milan.

Il tabellino di Juventus-Inter

RETI: 25’ Ronaldo, 35’ Lukaku, 48’ Cuadrado, 83′ Chiellini (OG), 89′ Cuadrado.

JUVENTUS(4-4-2): ​Szczesny; Danilo, de Ligt, Chiellini, Alex Sandro; Cuadrado, Bentancur, Rabiot, Chiesa (70’ Demiral); Kulusevski (57’ McKennie), Ronaldo (69’ Morata). Allenatore: PIrlo.

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni (80′ Vecino); Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen (73’ Sensi), Darmian (46’ Perisic); Lautaro, Lukaku. Allenatore: Conte.

ARBITRO: Calvarese di Teramo.