Una brutta notizia per l'Inter e Antonio Conte nell'immediata vigilia della partita di Champions con il Borussia Mönchengladbach. Achraf Hakimi è risultato positivo al coronavirus dopo gli ultimi test effettuati come da protocollo prima della gara di Coppa. L'ex difensore di Real Madrid e Borussia Dortmund è asintomatico e, come previsto dalla procedura, adesso scatterà l'isolamento in attesa della guarigione. Lo ha comunicato la stessa società nerazzurra in una nota ufficiale dell'ultima ora.

FC Internazionale Milano comunica che Achraf Hakimi è risultato positivo al Covid-19 in seguito all’ultimo controllo Uefa.

I riscontri del test obbligano il tecnico a rivedere in corsa le proprie scelte per il debutto in Coppa. Al posto del laterale marocchino ci sarà Darmian, arrivato in nerazzurri nell'ultima sessione di mercato, a ricoprire quella porzione di campo. A meno di decisioni differenti, dovrebbe essere questa la formazione che andrà in campo contro i tedeschi: Handanovic tra i pali; difesa schierata a tre con D'Ambrosio, de Vrij e Kolarov; a centrocampo accanto a Vidal e Barella ci saranno Perisic e l'ex Parma; Eriksen, schierato trequartista, agirà alle spalle della coppia d'attacco composta da Lukaku e Alexis Sanchez.

C'è preoccupazione anche per un altro dettaglio tutt'altro che trascurabile. Nella giornata di ieri, alla vigilia dell'incontro europeo, lo stesso Hakimi ha partecipato a tutta la seduta di rifinitura con i compagni di squadra. Il caso della sua positività allunga la lista dei calciatori attualmente contagiati tra le fila della formazione nerazzurra: dopo il rientro in gruppo di Bastoni e Nainggolan (negativi), restano ancora isolati in cinque. Si tratta di Young (oggi trovato ancora positivo dopo i dieci giorni previsti dalla quarantena), Skriniar, Radu e Gagliardini.