13 Giugno 2022
20:31

Il mondo sta crollando addosso a Piqué, Xavi e il Barcellona ora vogliono liberarsene

Piqué nella bufera: dopo l’annuncio della separazione con Shakira adesso anche le voci sulla sua posizione nel Barcellona. I dubbi sulla condotta professionale e la condizione fisica hanno spinto Xavi a fargli un discorso molto chiaro.
A cura di Maurizio De Santis

Il mondo sta crollando addosso a Gerard Piqué. Le separazione con Shakira e le cause della crisi sfociata nella rottura del loro rapporto sono solo la punta dell'iceberg del momento durissimo che sta attraversando il calciatore. Vita privata, sportiva e affari sono in subbuglio. E le indiscrezioni sulla relazione con una donna più giovane, i pedinamenti di un investigatore privato incaricato dalla ex compagna, l'annuncio della separazione si aggiungono anche alle voci di dentro che arrivano dall'ambiente blaugrana.

La sua ‘vida loca', che il fotografo Jordi Martín ha raccontato a Telecinco ("sta spendendo tutti i soldi in feste, discoteche e locali"), il modo di gestirsi come atleta, una condizione fisica depotenziata dagli acciacchi e dall'età, il peso a bilancio e la necessità da parte del club di tenere con sé solo quei calciatori utili alla causa sono alla base del discorso molto chiaro che Xavi gli ha fatto (ne ha dato notizia il quotidiano catalano Sport). Il tecnico aveva parlato con lui prima che scoppiasse lo scandalo, prima che i riflettori del gossip restassero fissi sul centrale blaugrana: la sua condotta professionale, in aggiunta al suo stile di vita e ai molteplici interessi commerciali fuori dal campo (alcuni dei quali hanno provocato risvolti imbarazzanti), non possono essere più tollerati.

Piquè ha un contratto con il Barcellona fino al 2024 ma il club ha intenzione di rinegoziare il suo impegno e l’ingaggio. Il tecnico gli ha già comunicato di non ritenerlo più fondamentale.
Piquè ha un contratto con il Barcellona fino al 2024 ma il club ha intenzione di rinegoziare il suo impegno e l’ingaggio. Il tecnico gli ha già comunicato di non ritenerlo più fondamentale.

Non è (solo) un problema di soldi. Quand'anche si accontentasse di un ingaggio inferiore, la sua figura all'interno della squadra scivolerebbe ugualmente dietro le quinte. Ma se dal punto di vista sportivo l'allenatore è stato chiaro (nella ricostruzione della squadra e della difesa per il futuro Piqué non rientra nei suoi piani), molto più delicato è il compito di Mateu Alemany, il dirigente chiamato a negoziare con quei calciatori ritenuti un surplus rispetto alle esigenze tecniche e alle possibilità finanziarie del Barcellona. È lui la persona che deve trattare con i giocatori, in particolare con Piqué che ha un contratto fino al 2024 e vanta crediti per circa 40 milioni di euro dilazionati nel tempo.

Piqué e Shakira hanno annunciato la separazione nei giorni scorsi, la donna ha scoperto che il compagno aveva un’altra relazione.
Piqué e Shakira hanno annunciato la separazione nei giorni scorsi, la donna ha scoperto che il compagno aveva un’altra relazione.

Qual è stata la reazione del difensore dopo il discorso molto schietto fattogli dal tecnico? S'è arroccato dietro la sua volontà di mostrare come in realtà sia ancora una grande risorsa per la squadra e per il club. Ha promesso di allenarsi duramente ed essere a totale disposizione. Ha fatto sapere di essere pronto anche a rinunciare ad alcuni interessi che ha fuori dal campo. Basteranno queste promesse? Alla luce di quel che sta accadendo, nonostante la valanga di trofei conquistati (tra cui 3 Champions e 8 titoli nella Liga), il suo tempo sembra scaduto.

Piqué trascinato nelle notti di Barcellona da un compagno di squadra:
Piqué trascinato nelle notti di Barcellona da un compagno di squadra: "Spendono cifre indecenti"
Piqué ha toccato il fondo, ora sta male:
Piqué ha toccato il fondo, ora sta male: "Soffre molto, ha bisogno di aiuto"
Spunta una gola profonda su Piqué:
Spunta una gola profonda su Piqué: "Non vale niente, non ho mai parlato per rispetto di Shakira"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni