La partita con il Lille è il primo spartiacque della stagione del Milan. I rossoneri di Stefano Pioli, in caso di vittoria, potrebbero infatti mettere una seria ipoteca sul passaggio del turno in Europa League e avere la possibilità di concentrarsi quasi esclusivamente sul campionato. A guidare la squadra rossonera, ci sarà come al solito Zlatan Ibrahimovic: ormai diventato a tutti gli effetti il ‘comandante' della giovane truppa milanista.

Il match con la temibile formazione francese, per l'attaccante di Malmoe ha inoltre un significato speciale. Dopo aver strappato applausi in campionato, dove è attualmente in testa alla classifica cannonieri dopo sei giornate, il 39enne svedese segnando stasera potrebbe infatti superare Filippo Inzaghi e diventare l'attaccante del Milan più anziano di sempre ad aver segnato in una partita di Coppa Campioni/Champions e Uefa/Europa League (preliminari esclusi).

L’esultanza di Inzaghi dopo uno dei due gol segnati al Real Madrid nel 2010
in foto: L’esultanza di Inzaghi dopo uno dei due gol segnati al Real Madrid nel 2010

L'ultimo gol di Pippo e il contratto di Ibra

A secco contro il Celtic e sciupone con lo Sparta Praga, dove ha spedito un rigore sulla traversa, Zlatan Ibrahimovic vuol dunque rompere il ghiaccio anche in Europa e lasciarsi alle spalle l'ex numero 9 rossonero, che all’età di 37 anni, 2 mesi e 25 giorni segnò i suoi ultimi gol europei con il Diavolo nel match del novembre 2010 di San Siro, quando il Milan di Allegri (e dello stesso Ibra) pareggiò contro il Real Madrid di Cristiano Ronaldo nel match valido per il girone di Champions League.

Un gol contro il Lille, potrebbe infine accelerare ulteriormente la trattativa per il suo clamoroso rinnovo di contratto. La dirigenza rossonera ci sta infatti seriamente pensando, grazie anche al decreto crescita e alle conseguenti agevolazioni fiscali che potrebbero aiutare le due parti a trovare un accordo. Alle faccende burocratiche ci penserà però Mino Raiola. Per Zlatan Ibrahimovic contano soltanto i gol, e con uno di questi stasera potrebbe nuovamente ritagliarsi un posto esclusivo nella storia del club milanese.