5.381 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

I tifosi dell’Inter incontreranno Cuadrado: devono spiegargli la differenza con la Juventus

I tifosi dell’Inter, radunatisi davanti alla sede del club nerazzurro, hanno rinunciato alla contestazione e dato il via libera all’arrivo di Juan Cuadrado dalla Juventus. Ma solo ad una condizione, accordatagli dall’Inter.
A cura di Paolo Fiorenza
5.381 CONDIVISIONI
Immagine

Nella sterminata galleria del possibile, Juan Cuadrado all'Inter rappresenta una di quelle cose che si pensava non potessero mai accadere: vedere un simbolo della Juventus – in cui ha militato per 8 anni e di cui è stato anche capitano – con addosso la maglia degli avversari più acerrimi del calcio italiano, rivali feroci a dire poco dopo i fatti di Calciopoli. Ed invece è tutto vero, il 35enne colombiano sosterrà domani le visite mediche col club nerazzurro, prima di firmare un contratto di un anno a 2,5 milioni netti.

Juan Cuadrado con la maglia della Juventus: una militanza di 8 anni
Juan Cuadrado con la maglia della Juventus: una militanza di 8 anni

Un'operazione condotta segretamente in queste settimane dal procuratore Alessandro Lucci per assecondare la volontà del calciatore, che dopo il benservito datogli dalla Juve voleva restare in Europa e giocare la Champions League. Cuadrado ha rifiutato le ricche offerte arabe, voleva una big continentale e l'Inter rispondeva a questi requisiti. Il desiderio di dimostrare alla Juve di essersi sbagliata a ‘rottamarlo' è stato dunque superiore al senso di attaccamento e appartenenza ai colori bianconeri. Con tanti saluti ai sentimenti dei tifosi, in un'estate che in casa nerazzurra sta vivendo una vicenda analoga con l'ex innamoratissimo Lukaku, che adesso non vede l'ora di andare alla Juve.

Per di più, tra tanti giocatori della Juventus, Cuadrado non era esattamente tra i più simpatici ai tifosi dell'Inter: nelle sentitissime partite giocate contro i bianconeri, il colombiano era sempre tra i più accesi in campo, con atteggiamenti ritenuti spesso provocatori e antisportivi dai sostenitori nerazzurri. Senza tornare molto indietro nel tempo, ad aprile, in semifinale di Coppa Italia, l'ex viola si era reso protagonista di una rissa con Lukaku (ironia della sorte, potrebbero ritrovarsi di fronte a maglie invertite) e di un tentativo di pugno a Handanovic.

Cuadrado si scaglia contro Handanovic alla fine della semifinale di Coppa Italia tra Juve e Inter dello scorso aprile
Cuadrado si scaglia contro Handanovic alla fine della semifinale di Coppa Italia tra Juve e Inter dello scorso aprile

Insomma, ‘digerire' Cuadrado non è facile per i tifosi dell'Inter, che oggi pomeriggio si sono ritrovati – in numero di circa un centinaio – davanti alla sede della società nerazzurra in Viale della Liberazione per far sapere che non sono affatto contenti del nuovo arrivo, che nel progetto di Marotta e Ausilio, avallato da Inzaghi, risponde al profilo perfetto del giocatore che serve alla causa: un'alternativa a Dumfries sulla destra che non impatti sul bilancio.

Il raduno dei sostenitori nerazzurri non è sfociato in contestazione (c'era uno striscione pronto ad essere srotolato, ma non è avvenuto) per il pronto intervento dell'Inter, che ha mandato a parlare coi tifosi lo SLO, ovvero il Supporter Liaison Officer. Si tratta di una persona della società addetta proprio a curare i rapporti con la tifoseria. Ha spiegato ai presenti le motivazioni tecniche, tattiche ed economiche dell'operazione, che sono state comprese da chi ascoltava, ma soprattutto – racconta la Gazzetta dello Sport – ha assicurato ai tifosi che potranno avere un incontro con Cuadrado prima dell'inizio della stagione: un faccia a faccia in cui spiegheranno al colombiano cosa significa indossare la maglia nerazzurra e le differenze con la Juventus.

La garanzia di poter incontrare Cuadrado è stato il punto decisivo per far sciogliere il raduno e dare il via libera al suo arrivo all'Inter: nessuna protesta e ‘digestione' del colombiano in corso.

5.381 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views