9 Novembre 2021
12:45

I metodi di Luis Enrique nello spogliatoio: “Devono vomitare, le loro teste devono esplodere”

La federazione spagnola ha presentato il documentario “La Fuerza del Grupo” di Amazon Prime Video, che mostra dall’interno come la nazionale di Luis Enrique ha vissuto EURO 2020. Un viaggio all’interno dello spogliatoio della Roja, che mette in evidenza tutto il percorso fin dalla preparazione e dopo la sconfitta in semifinale contro l’Italia.
A cura di Vito Lamorte

La Federcalcio spagnola ha presentato"La Fuerza del Grupo", il documentario di Amazon Prime Video che mostra dall'interno come la nazionale di Luis Enrique ha vissuto EURO 2020. Un lavoro che ha messo a nudo tutto il percorso della Roja, che si è fermato alla semifinale con l'Italia a Wembley ma ha vissuto momenti davvero contrastanti: dalle critiche delle prime partite agli applausi ad una seconda parte di torneo spumeggiante e dal grande spessore tecnico.

Nella prima parte è raccontato tutto il periodo antecedente alla competizione con le positività al Covid-19 di Sergio Busquets e Diego Llorente e il CT che ironizza così sulla situazione: "Nessuna squadra in questo Europeo ha superato così tante difficoltà, adesso manca solo una gravidanza inaspettata". Prima di arrivare ai momenti di difficoltà di Alvaro Morata, criticato per le sue prestazioni all'inizio del torneo, si può notare alle un Luis Enrique che alterna momenti di loquacità e di ironia ad un CT concentrato e veemenza nel dare le indicazioni ai suoi giocatori nello spogliatoio prima del debutto contro la Svezia: "Devono vomitare, le loro teste devono esplodere".

Il protagonista è sempre Luis Enrique che nella preparazione della partita contro la Svizzera dice ai suoi: “Ho due notizie: una buona e una cattiva. La cattiva notizia è che la Svizzera è una squadra che fa tutto bene. La buona notizia è che è un fottuto spettacolo vedervi giocare a calcio”. In un'altra parte del documentario, l'ex allenatore di Barcellona e Roma loda la sua squadra e non esita a dire loro che "non c'è squadra migliore di noi". Enorme spazio alla festa dopo la vittoria contro la Svizzera ai calci di rigore e il passaggio di semifinale ma c'è un altro momento di grande carica emotiva, ovvero. lo spogliatoio della Spagna dopo la sconfitta in semifinale contro l'Italia. Mentre il resto dello staff dedica una fragorosa standing ovation ai calciatori, Luis Enrique prova di risollevare gli l'animo dei suoi: "A testa alta, orgogliosi della partita e di tutto quello che avete fatto. Non voglio vedere nemmeno una lacrima".

Il documentario mostra anche come quello che è accaduto a Christian Eriksen abbia avuto un impatto sul gruppo e per questo Luis Enrique ha permesso ai giocatori quel sabato pomeriggio di saltare l'allenamento. Vita vera e condivisione di momenti belli e brutti. Un documentario, come lo ha definito il presidente RFEF Luis Rubiales, "senza filtri". 

Continua il braccio di ferro tra Djokovic e gli Australian Open: "Devono permettergli di giocare"
Continua il braccio di ferro tra Djokovic e gli Australian Open: "Devono permettergli di giocare"
"I gay devono andar via": Evra rompe la sacralità dello spogliatoio per una giusta causa
"I gay devono andar via": Evra rompe la sacralità dello spogliatoio per una giusta causa
Contestazione durissima, il presidente va dai tifosi: "La squadra fa cag**e, devono morire qua"
Contestazione durissima, il presidente va dai tifosi: "La squadra fa cag**e, devono morire qua"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni