27 Settembre 2021
16:31

Griezmann irriconoscibile, dal ritorno all’Atletico non gli riesce più nulla: “È preoccupante”

Antoine Griezmann è l’ombra di se stesso. L’Atletico Madrid lo ha ripreso sul finire del calciomercato estivo. Ma finora il francese non ha dato alcun tipo di contributo. Zero gol, nessun assist, appena un dribbling tentato in cinque partite. Simeone ha usato con lui bastone e carota: “Normale non sia al top, ma da tutti i miei giocatori pretendo il massimo”.
A cura di Alessio Morra

Antoine Griezmann si è perso. Si pensava che tornando all'Atletico Madrid sarebbe tornato il giocatore fenomenale che è stato per tante stagioni, ma in questo avvio di campionato ‘Grizou' non ha mai inciso. Simeone lo protegge, dice che il ‘Piccolo Principe' ha bisogno di tempo per tornare al top, ma intanto in Spagna i media lo attaccano e i tifosi rimpiangono il campione ammirato in passato.

L'Atletico Madrid ha perso l'ultima partita giocata, 1-0 con l'Alaves, che ha fatto gol dopo 4 minuti e ha difeso il vantaggio. Un passo falso, il primo del campionato dell'Atletico che non ha mai brillato a livello estetico ma che spesso ha portato a casa grandi risultati. I campioni in carica sono nei piani alti della classifica e sono attesi da una super sfida di Champions con il Milan in cui sperano di avere di nuovo al top Griezmann, preso dal Barcellona come Suarez. Ma il francese a differenza del ‘Pistolero' finora non ha dato nemmeno un minimo contributo. Simeone lo ha difeso in questi giorni dicendo: "Ha trovato un Atletico diverso da quello che aveva lasciato, è normale non sia ancora al top e in attacco c'è una grande concorrenza", ma ha anche cercato di sferzarlo dicendo: "Da tutti i miei giocatori mi aspetto sempre di più, è l'unico modo per pretendere tanto da noi stessi". Mentre il Cholo usa bastone e carota e capitan Koke lo difende, Pantic, ex dell'Atletico, campione di Spagna nel 1996, a Radio Marca è stato durissimo: "Griezmann è preoccupante, non si vede da nessuna parte. Deve esserci perché è un giocatore chiave per noi".

I numeri però sono impietosi, contro il Getafe l'Atletico ha ribaltato la partita quando Grizou era uscito. Al gioco in quell'incontro aveva partecipato molto poco, appena 36 palloni giocati in 67 minuti, 11 quelli persi. In generale i suoi numeri sono impietosi. Cinque partite giocate e nessun gol, ma nemmeno nessun assist vincente, in tutte queste partite ha tentato solo un dribbling, si è mosso molto, ma si è mosso male. Perché i dati dimostrano come sia stato assai mobile e abbia giocato in ogni zona del campo, ma al tempo stesso si vede come manchino tiri in porta, assist e giocate. E anche con i passaggi non c'è da stare allegri, perché anche in questa statistica o numeri sono deficitari.

L'Atletico Madrid si aspetta di vedere il miglior Griezmann, spera di rivederlo al più presto, magari già in Champions League con il Milan. Griezmann ha bisogno di scrollarsi di dosso un brutto periodo che vive solo in Spagna, perché con la nazionale francese Griezmann risponde sempre presente. L'attaccante a settembre ha segnato tre gol in tre partite. Deve ritrovarsi, deve farlo con Suarez al fianco e il Cholo in panchina, forse ha bisogno di una grande notte di Champions.

Harry Kane irriconoscibile, il suo incubo si chiama Italia: "Rimarrà con me per sempre"
Harry Kane irriconoscibile, il suo incubo si chiama Italia: "Rimarrà con me per sempre"
Per Mourinho Roma-Zorya "è una finale" e su Zaniolo: "Non mi aspetto nulla da lui"
Per Mourinho Roma-Zorya "è una finale" e su Zaniolo: "Non mi aspetto nulla da lui"
Ibrahimovic contro Allegri davanti a tutti: "Non c'è nulla da ridere, hai fatto cagare"
Ibrahimovic contro Allegri davanti a tutti: "Non c'è nulla da ridere, hai fatto cagare"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni