Sono bastati sei minuti nella fase iniziale del secondo tempo alla Juventus per avere ragione del Genoa dopo l'assedio della prima frazione che aveva prodotto poco o niente. Le frecce scagliate da Dybala, Cristiano Ronaldo e Douglas Costa nel finale sono risultate velenosissime per il Grifone e così la squadra di Maurizio Sarri si è riportata a +4 sulla Lazio, che nel pomeriggio aveva accorciato le distane grazie alla vittoria in casa del Torino.

Vecchia Signora sempre in controllo del gioco ma con poca precisione nelle conclusioni e così Perin è costretto agli straordinari solo su Bernardeschi, centrale ma potente, e due volte Cristiano Ronaldo, che prima impegna il portiere con un tiro potente e poi con una conclusione da posizione defilata.

Dopo una prima frazione con le polveri bagnate, la Juventus ha trovato il gol del vantaggio al 50′ con Paulo Dybala, alla terza marcatura consecutiva dopo Bologna e Lecce: la decimo rete stagionale in Serie A della Joya è arrivata dopo un dribbling su Behrami e Masiello e grazie ad una conclusione sul secondo palo che Perin non è riuscito a respingere. La gara dello stadio Ferraris chiusa al 56′ grazie ad una sassata di Cristiano Ronaldo che si è infilata all'incrocio dei pali: è il 24° gol in in campionato per CR7. Bel gol del fuoriclasse portoghese, che anche in questa conclusione ha messo in mostra tutta la sua potenza mixata ad una grande precisione.

Poco dopo l'ingresso in campo Douglas Costa ha voluto mettere la sua firma sul match con un bellissimo tiro che è infilato sotto l'incrocio dei pali destro della porta di Perin: un rete di pregevole fattura. Nel finale è arrivato il gol di Andrea Pinamonti, ottimo movimento della punta scuola Inter, a rendere meno pesante il passivo per i rossoblù.

Menzione speciale, l'ennesima, per Rodrigo Bentancur, che ha sfoggiato un'altra grande prova sia in fase di interdizione, di costruzione e di appoggio alla manovra offensiva: l'uruguagio è sempre più importante per il gioco bianconero.

Il tabellino di Genoa-Juventus

RETI: 50′ Dybala, 56′ Cristiano Ronaldo, 73′ Douglas Costa, 76′ Pinamonti.

GENOA (3-5-2): Perin; Romero, Soumaoro, Masiello; Ghiglione (62′ Barreca), Behrami, Schone (46′ Lerager), Cassata (77′ Pandev), Sturaro (75′ Biraschi); Favilli (46′ Sanabria), Pinamonti. A disposizione: Radaelli, Jagiello, Destro, Marchetti, Goldaniga, Iago Falque, Zapata. Allenatore: Nicola.

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, de Ligt, Danilo; Bentancur, Pjanic (74′ Ramsey), Rabiot (83′ Matuidi); Bernardeschi (66′ Douglas Costa), Dybala (83′ Olivieri), Cristiano Ronaldo (74′ Higuaín). A disposizione: Wesley, Pinsoglio, Rugani, Buffon, Muratore. Allenatore: Sarri.

ARBITRO: Calvarese di Teramo.