443 CONDIVISIONI
13 Luglio 2021
14:11

“Era tutto preparato”: Jorginho racconta i momenti del rigore sbagliato

Il calcio di rigore sbagliato contro l’Inghilterra è un brutto ricordo che Jorginho spazza via con l’ironia. Quando Donnarumma ha effettuato la parata decisiva s’è tolto un peso dall’anima. È morto e rinato nel giro di qualche minuto: “Per fortuna che in porta abbiamo un fenomeno che mi ha salvato”.
A cura di Maurizio De Santis
443 CONDIVISIONI

Jorginho ci scherza su. Adesso può farlo. Ma quell'errore commesso ai rigori in finale contro l'Inghilterra gli ha tolto il sonno e reso agrodolce la soddisfazione per aver vinto gli Europei. È come la vocina che senti nella testa anche se provi a stordirla: poggi la testa sul cuscino e non ti dà pace. Decisivo contro la Spagna, con quell'esecuzione quasi sfrontata da partita del giovedì tra amici dietro la quale c'è un segreto, il calciatore del Chelsea ha rischiato di segnare in negativo la sfida di Wembley.

Il mondo gli è crollato addosso in un attimo. È morto e rinato nel giro di un paio di minuti, passando dalla depressione per la convinzione di aver rovinato tutto, avvertendo tutta la responsabilità di aver fallito, alla esaltazione per il successo ottenuto grazie alle prodezze di Donnarumma. Ci ha pensato il portiere a rimediare, estraendo il compagno di squadra da sotto alle macerie con una parata. Non si era accorto che la sequenza dal dischetto era finita lì. Nemmeno la disperazione di Bukayo Saka era bastata per aggiornare il calcolo che, almeno a mente, non gli tornava.

E come lui anche il pubblico da casa: mezza Italia non sapeva di aver vinto. Aveva la faccia stralunata, dubbiosa ma quando gli Azzurri gli sono corsi incontro e lo hanno sommerso di abbracci è uscito dalla trance agonistica. Lui ha realizzato di essere campione d'Europa (e migliore calciatore del torneo), Jorginho s'è tolto un peso dall'anima.

Sapevo che Gigio Donnarumma l'avrebbe salvata – ha ammesso con ironia l'ex Napoli nell'intervista all'emittente brasiliana SportTV -. Per questo anche il mio errore era pianificato.

Sorride Jorginho ma negli occhi puoi ancora leggere il terrore di chi sa di averla fatta grossa e, al tempo stesso, è riuscito a scamparla per il rotto della cuffia. Non augura le sensazioni provate nemmeno al peggior nemico. Chissà cosa gli è passato per la testa in quell'attimo fatale quando ha deciso di cambiare lato rispetto al rigore battuto con la Spagna e anche l'approccio alla palla sistemata sul dischetto. Non ha fatto finte né mulinato la caviglia prima di impattare la sfera con interno collo beffardo. Pickford ha intuito la direzione, è rimasto in traiettoria e ha compiuto il miracolo che ha allungato la serie ancora di un po'.

In quel momento il mondo mi è crollato addosso – ha aggiunto Jorginho -, perché volevo dare la vittoria all'Italia e invece è andato tutto storto. Per fortuna che in porta abbiamo un fenomeno che mi ha salvato.

443 CONDIVISIONI
"Noi crediamo nell'Italia, altri no": la risposta di Jorginho alle critiche rivolte alla Nazionale
"Noi crediamo nell'Italia, altri no": la risposta di Jorginho alle critiche rivolte alla Nazionale
Rigore sbagliato ed errori in zona gol, l'Italia stecca ancora e pareggia in Svizzera
Rigore sbagliato ed errori in zona gol, l'Italia stecca ancora e pareggia in Svizzera
Smascherato il trucco di Jorginho sui rigori: la furbata di Sommer ora diventa un allarme
Smascherato il trucco di Jorginho sui rigori: la furbata di Sommer ora diventa un allarme
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni