Real Madrid-Inter, attesissima partita valida per la terza giornata della fase a gironi della Champions League 2020/2021, non si giocherà allo stadio Santiago Bernabeu. La delicata sfida tra la squadra di Zidane e quella di Conte, si disputerà invece sul terreno di gioco dello stadio Alfredo Di Stefano presso il centro sportivo delle merengues a Valdebebas, come già accaduto per la prima sfida casalinga delle merengues contro lo Shakhtar Donetsk. Perché il Real non scende in campo nel suo storico impianto? Ecco spiegato il motivo di questa scelta.

Perché Real Madrid-Inter di Champions non si gioca allo stadio Santiago Bernabeu

Come già avvenuto nell'esordio con sconfitta contro lo Shakhtar Donetsk, il Real Madrid non giocherà la gara casalinga di Champions contro l'Inter al Santiago Bernabeu. Il motivo di questa scelta è legata ai lavori di ristrutturazione e ammodernamento che sono attualmente in corso nello storico impianto madrileno. La casa delle merengues è destinata a diventare uno degli impianti più all'avanguardia d'Europa sia dal punto di vista estetico, che tecnico: una copertura "argentata", una sorta di guscio futuristico con uno speciale impianto d'illuminazione, e la presenza all'interno di una serie di servizi per garantire ai tifosi il massimo comfort. Per questo già dal finale della scorsa stagione il Real è stato costretto a traslocare, approfittando anche dell'emergenza legata al Covid che impone l'assenza dei tifosi sugli spalti.

Dove gioca il Real Madrid

Il Real Madrid giocherà contro l'Inter nello stadio Alfredo Di Stefano a Valdebebas. Si tratta dell'impianto presente all'interno del centro sportivo del club blanco, quello che solitamente ospita le sfide del Castilla ovvero la seconda squadra del Real, e gli allenamenti della formazione di Zidane. Il campo dedicato alla grande leggenda delle merengues ha tutte le carte in regola per poter essere il "teatro" delle partite di Champions, anche a livello logistico. Discorso diverso ovviamente per gli spalti che non potrebbero mai ospitare 80mila spettatori come il Bernabeu. Questa situazione però è scongiurata dall'emergenza legata alla pandemia, che impone le porte chiuse. Un "assist" dunque per il Real che può approfittare per il restyling del suo stadio e giocare all'Alfredo Di Stefano.