Daniele De Rossi è stato di parola. In occasione della sua ultima conferenza stampa, nella quale ha dato l'addio al Boca Juniors e al calcio giocato, l'ex capitano giallorosso si era infatti divertito a spiazzare i cronisti presenti: "Magari mi troverete in un settore ospiti con la birra e il panino a tifare per la Roma". Tutti hanno pensato ad una battuta, invece De Rossi lo ha fatto sul serio: e non in una partita qualunque, ma in quella più importante per ogni tifoso romanista.

In occasione del recente derby con la Lazio, De Rossi era infatti tra gli ultrà della Curva Sud. Nessuno lo ha però riconosciuto, perché prima di dirigersi verso la studio Olimpico si è rivolto ad una truccatrice professionista che lo ha camuffato al punto da renderlo irriconoscibile per chiunque. Capelli lunghi e grigi, barba, occhiali da vista, neo sul naso e cappellino della Roma, De Rossi ha così preso posto nei Distinti Sud, in una zona laterale della Curva, insieme ad un altro grande tifoso giallorosso: l'attore Valerio Mastandrea.

Il video pubblicato su Instagram

A confermare la presenza di De Rossi in mezzo ai tifosi, e a rivelare a tutti il suo ‘nuovo look', ci ha pensato la moglie Sarah che in un post su Instagram ha pubblicato il video del lavoro della truccatrice sul volto del marito: "Ecco cosa succede quando tuo marito decide di infiltrarsi in curva sud per esaudire il suo sogno e vedere il derby – ha scritto la signora De Rossi – Abbiamo perso un pomeriggio intero, ore di trucco, traumatizzato i figli ma era felice come un bambino".

Il precedente di Cristiano Ronaldo

Il travestimento ha dunque dato la possibilità all'ex centrocampista di vivere il derby come un tifoso qualsiasi: di fianco ad amici e urlando e cantando per la sua squadra del cuore. Un escamotage che, in realtà, anche molti altri suoi colleghi hanno già utilizzato in passato. Nel 2015, ad esempio, Cristiano Ronaldo si spinse addirittura oltre. Truccato anche lui con capelli lunghi e barba finta, e vestito solo di una semplice tuta da ginnastica, il portoghese si è infatti a palleggiare in una piazza di Madrid: uno show, organizzato a scopo promozionale, che CR7 ha poi concluso rivelando la sua vera identità ad un bambino con il quale aveva scambiato qualche palleggio.