La doppia vittoria ravvicinata contro Juventus e Sampdoria, anticipata dal successo in Coppa Italia contro la Lazio, ha avuto un effetto rigenerante sul Napoli e su tutto l'ambiente partenopeo. Al punto da cambiare totalmente la prospettiva del campionato degli azzurri: dal rischio di essere coinvolti nella lotta per non retrocedere, timore confessato dallo stesso Gattuso, alla possibilità di tornare clamorosamente in corsa nella battaglia per il quarto posto. La zona Champions dista nove punti: un gap enorme. Ma il terreno recuperato nel giro di 180 minuti su Roma e Atalanta (rispettivamente cinque e due punti) ha innescato una spirale di ottimismo e l'inevitabile dibattito sulle possibilità del Napoli di poter recitare un ruolo importante nel finale di stagione. Ma è davvero possibile una rimonta verso il quarto posto che vale la qualificazione Champions?

Quanti punti servono per arrivare in Champions?

Sul piano puramente matematico tutto è possibile, ma un'analisi attenta può aiutare a delimitare confini e possibilità realistiche. Il punto di partenza è semplice: quanti punti servono per arrivare al quarto posto? Nelle ultime cinque stagioni la quota Champions è oscillata tra i 64 e i 72. In media può essere fissata a 68 punti, soglia tra l'altro molto vicina a quella che possono raggiungere Roma e Atalanta in base al rendimento in questo campionato: le due squadre attualmente al quarto posto viaggiano ad un ritmo di 1.77 punti a partita, che diventano 67 se proiettati su 38 giornate. In sintesi, con 67-68 ci sono buone probabilità di arrivare al quarto posto.

Cosa serve al Napoli per arrivare al quarto posto

Il Napoli al momento è decimo in classifica con 30 punti. Per raggiungere la quota Champions, che abbiamo fissato a 68 punti, ne servirebbero altri 38 sui 48 disponibili nelle restanti 16 giornate di campionato. E' già evidente la portata dell'impresa che servirebbe agli azzurri: ai limiti dell'impossibile. La media punti necessaria per chiudere il campionato a 68 punti si attesta a 2.37, valore che proiettato su 38 giornate restituisce un totale di 90 punti. Uno in meno del record del club stabilito dal Napoli di Sarri nella stagione 2017/18. Tradotto in parole povere, anziché in numeri: il Napoli potrà ambire a chiudere il campionato in zona Champions soltanto se riuscirà a mantenere un ritmo da Scudetto nelle prossime 16 giornate.

Calcoli e considerazioni forse persino prematuri, considerato l'andamento di una stagione tribolata oltre ogni aspettativa, ma necessari per mettere a fuoco l'orizzonte di un Napoli che recentemente è apparso diverso rispetto al passato. In alcuni singoli, nel modo di stare in campo e soprattutto nell'atteggiamento. Anche grazie alla capacità di calarsi in una nuova realtà di classifica e di vivere alla giornata. Partita dopo partita. Senza pensare ai calcoli, ma solo a vincere. Come fosse una corsa Scudetto.