Cosa farà Pep Guardiola ora che l'Uefa ha colpito duramente il Manchester City? È la domanda che si fanno tutti, dopo l'esclusione dei Citizens dalla Champions League per le prossime due stagioni. In attesa delle parole del diretto interessato, i tabloid britannici si sono già scatenati alimentando le voci più disparate sul futuro del tecnico catalano che, secondo il prestigioso ‘Times', potrebbe anche decidere di rimanere a Manchester.

Il destino dell'ex allenatore di Bayern Monaco e Barcellona, come riferito dai giornalisti britannici, verrebbe svelato dallo stesso Guardiola nelle prossime ore in occasione della conferenza stampa organizzata alla vigilia della sfida contro il West Ham: gara che è stata posticipata a mercoledì 19 febbraio a causa del maltempo che si è abbattuto sul Regno Unito.

Pochettino e Allegri in attesa

L'attesa per le parole dello spagnolo è dunque alta tra i sostenitori del Manchester City: già sconvolti dalla punizione arrivata da Nyon. Prima della decisione dell'Uefa, era stato tra l'altro lo stesso Guardiola a parlare del suo futuro e ad ipotizzare un addio in caso di flop in Champions League: "Se non dovessimo riuscire a vincerla, andrò a bussare all’ufficio del presidente e del direttore sportivo per chiedere se vado bene o no. Mi vorranno esonerare? Ok, grazie è stato un piacere".

Dalla scelta di colui che rimane il grande sogno di tutti i tifosi della Juventus, dipenderà anche il domani di molti suoi colleghi: soprattutto di quelli che nelle ultime ore sono stati accostati alla panchina del Manchester City. Ad aspettare cin curiosità le parole di Guardiola ci saranno anche Mauricio Pochettino e Massimiliano Allegri: i due ‘big' della panchina che, al momento, sono in attesa di un contratto e di una nuova avventura.