Quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a giocare. E i duri in questione, nello specifico, sono i migliori attaccanti del vecchio continente capaci non solo di andare in gol, ma anche di farlo in condizioni di estrema difficoltà. Come, ad esempio, fuori dalle mura amiche. E così, in questo aspetto, Lukaku, bomber dell’Inter, prevale su tutti i colleghi d’Europa dimostrandosi acquisto quantomai azzeccato. Delle 16 reti firmate dal belga, difatti, ben 12 sono sin qui arrivate in trasferta.

Lukaku re dei bomber e trascinatore dell’Inter

Le statistiche in questione prendono in esame solo i gol segnati nei rispettivi campionati. E in Serie A come negli altri quattro grandi tornei d’Europa, non c’è alcun calciatore così efficiente in trasferta come Lukaku. Che con l’Udinese ha segnato una doppietta in 5’ di gioco cancellando tutti i problemi e le incertezze della prima abbondante ora della ‘Dacia Arena’. Date la palla a lui e l’ex Red Devils troverà una soluzione. Specie fuori casa con, nell’ordine, vittime come Cagliari, Milan, Sassuolo, Brescia, Bologna, Torino, Napoli e, appunto, Udinese devastate dalla sua fisicità, irruenza e precisione balistica. Gol a grappoli, 16, 12 in trasferta, sui campi e nei contesti più complicati e ben 11 firme di fila nell'anno dell'esordio in Italia proprio lontano dal ‘Meazza', come nessuno mai nella storia. Da leader tecnico ed emotivo, da goleador devastante.

il rendimento offensivo dei migliori marcatori esterni del vecchio continente (whoscored.com)
in foto: il rendimento offensivo dei migliori marcatori esterni del vecchio continente (whoscored.com)

Immobile, Lewandowski e poi Werner: tutti a 10 gol in trasferta

A distanza di sicurezza da Lukaku, altri tre splendidi attaccanti che, con caratteristiche e stili di gioco differenti, fanno molto bene sotto porta con particolare cattiveria in giro per gli stadi avversari. In Serie A, se ne trova un altro. Si chiama Immobile, è già a quota 25 reti e con il suo attuale fatturato attenta al record di gol in un singolo massimo torneo italiano di Higuain edizione 2015/16: 36 reti. Una corsa al primato intensa e che si avvale anche del suo rendimento esterno che vede Ciro – ovviamente il grande – autore del 59% dei gol totali della sua Lazio fuori dall’Olimpico con 10 marcature sulle 17 complessive. Dieci, come quelle di Lewandowski e di Werner che oltre a battagliare per questa specifica graduatoria, lottano per il titolo di capocannoniere e per il Meisterschale in Bundes. Loro, a titolo individuale, appaiati, i bavaresi a +1 sul Lipsia.

il rendimento offensivo dei migliori marcatori esterni del vecchio continente (whoscored.com)
in foto: il rendimento offensivo dei migliori marcatori esterni del vecchio continente (whoscored.com)

La Premier sul podio: Vardy, Sterling e Aubameyang a quota 9

A chiudere il podio, la Premier League che manda in gol da trasferta due prime punte ed un esterno d’attacco. L’unico caso, alla sommità di questo ranking, di attaccante non propriamente d’area di rigore. Parliamo di Sterling con 9 gol sulle 34 esterne totali dei Citizens e di un nazionale inglese che con Guardiola in panchina è riuscito ad aumentare la sua precisione nel terzo offensivo e la sua capacità di far male all’avversario. Nove firme come quelle di Aubameyang, sulle appena 14 di squadra (64% sul totale dei Gunners), e Vardy che con i suoi altrettanti centri in trasferta alimenta legittime ambizioni di qualificazione Champions delle Foxes del Leicester.