Ciccio Caputo e Alex Del Piero, presente e passato dell'attacco del nostro campionato di Serie A. Due calciatori cresciuti in due generazioni neanche così lontane ma che oggi sembrano assolutamente vicine. Caputo, attaccante del Sassuolo, idolo dei social soprattutto per via della sua esultanza e per quella sua semplicità che non sembra neanche sfiorare la vita da star che certi calciatori del nostro campionato vogliono mostrare, ha sorpreso tutti. In un'intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport ha rivelato di aver scommesso con Del Piero. Già, scommesso. Prima del campionato dichiarò di avere come idolo di sempre proprio l'ex 10 della Juventus e che se avesse raggiunto quota 20 gol in A, avrebbe voluto conoscerlo. La sorpresa fu che proprio Del Piero lo contattò tramite messaggio. Da quel momento Alex gli tiene il conto dei gol che mancano al raggiungimento dell'obiettivo. Prima di Sassuolo-Juventus, il messaggino di Del Piero fu: "-4". Ora a -3, Alex ancora non gli ha scritto, ma l'obiettivo è assolutamente vicino per Ciccio Caputo.

Cicco Caputo e la scommessa con Del Piero

Divertente e simpatico così come l'abbiamo sempre visto. Ciccio Caputo ha svelato, a 5 giorni dal termine del campionato, la scommessa fatta con Alessandro Del Piero. Arrivare a quota 20 gol in Serie A e conoscere di persona il suo idolo di sempre. Per il momento i due si sono soltanto scritti via messaggio, ma Caputo sta facendo davvero di tutto pur di arrivare a raggiungere un obiettivo che mai nessuno si sarebbe aspettato a inizio stagione. Superato già il suo record di gol personale in A (16 lo scorso anno ad Empoli), ora l'obiettivo è quota 20 che vuole dire conoscere Del Piero.

Sta di fatto che dopo il suo gol contro la Juventus, ancora non è arrivato il messaggio di Del Piero per ricordargli che adesso è a -3 dall'obiettivo. Un colpo al cuore forse per Alex vedere la sua Juventus, neanche 2 giorni, soccombere ai gol di un Sassuolo scatenato e dello stesso Caputo che con la sua rete aveva per un attimo spaventato i bianconeri andati sotto 3-2. Ma l'obiettivo è vicino e i 20 gol sembrano essere più un traguardo di vita ormai per Caputo che un semplice traguardo personale.