A poco più di 20 giorni dalla prima partita con il Napoli, valida per gli ottavi di Champions League, in casa Barcellona è scattato ancora l'allarme per le condizioni di Ousmane Dembélé. Il giocatore francese, che si era appena ristabilito dal precedente infortunio accusato a novembre (una lesione al bicipite femorale destro), si è infatti fermato di nuovo a causa di un affaticamento muscolare alla stessa gamba. Come rilanciato dallo spagnolo ‘Marca', Dembélé ha interrotto l'ultimo allenamento che si è svolto al centro sportivo blaugrana ‘Joan Gamper', proprio a causa di questo problema. Al momento non è però ancora chiaro se si tratta di una ricaduta del precedente infortunio, o se ha accusato un problema diverso da quello di novembre.

Il fastidio alla gamba destra dell'attaccante ha ovviamente messo in agitazione il tecnico Quique Setien, che proprio pochi giorni fa si era detto ottimista sulle condizioni del suo giocatore: "Siamo molto felici di Dembele, può essere il nostro acquisto invernale. La sua dedizione a quanto ho visto è totale e assoluta – ha dichiarato l'allenatore del Barcelona – Ho le lacrime quando vedo la capacità e l'intensità con cui lavora in allenamento. Non si può mai sapere come andranno le cose, ma pensiamo positivo. È chiaro che il suo recupero tornerà utile".

I problemi di Quique Setien

Complice il nuovo stop, Dembélé sarà dunque costretto a rimanere fuori per la prossima partita con il Real Betis, e rischia anche di non arrivare nelle migliori condizioni per il primo dei due appuntamenti europei con il Napoli di Rino Gattuso: in programma il prossimo 25 febbraio al San Paolo. A rendere difficile il lavoro di Quique Setien, che sperava in un completo recupero del francese e che ha lasciato partire Carles Pérez, è a questo punto la ‘coperta corta' in attacco: un problema evidenziato dall'assenza di Luis Suarez e dalle difficoltà che potrebbe incontrare Griezmann nel ruolo di ‘falso nueve'.

L'incredibile sequela di infortuni dell'ex Borussia Dortmund continua inoltre a far parlare in Spagna, dove in molti sono decisamente infastiditi dai continui viaggi in infermeria del 22enne campione del mondo. Sbarcato a Barcellona nel 2017, Dembélé non è mai riuscito ad essere determinante e solo nel 2019 si è fermato per problemi fisici per ben sei volte. Da quando è arrivato in Spagna, secondo un calcolo fatto da ‘Marca', il francese ha perso 63 partite ufficiali: un numero che è destinato ad aumentare nelle prossime settimane.