123 CONDIVISIONI

Arbitro grave dopo un’aggressione brutale: negli spogliatoi la festa dei calciatori accanto al corpo

In Congo un arbitro è stato violentemente aggredito in campo da alcuni giocatori con calci, pugni e perfino una sedia. È stato trasportato in terapia intensiva dopo gravi lesioni.
A cura di Ada Cotugno
123 CONDIVISIONI
Immagine

Una partita di calcio in Africa ha rischiato davvero di finire in tragedia: al termine della semifinale di Coppa del Congo tra FC Tanganyika e OC Renaissance l'arbitro è stato aggredito violentemente da alcuni tifosi che sono scesi in campo per inseguirlo e colpirlo. Scene terribili e surreali che hanno scosso tutto il Paese, rimasto con il fiato sospeso per le condizioni del direttore di gara che non sono ancora state chiarite dalla federazione.

L'aggressione in campo

Tutto è cominciato al termine della partita, quando un gruppo di tifosi ha fatto invasione di campo per prendersela con l'arbitro. Le immagini della partita circolate sul web mostrano chiaramente l'inizio dell'aggressione: la lunga tragedia comincia con un uomo che entra sul prato e colpisce il direttore di gara con un calcio alla testa, scatenando il putiferio. L'arbitro cerca di scappare e di schivare i colpi di altri tifosi che nel frattempo lo inseguono per tutto il campo, correndo sulle sue gambe senza aver apparentemente subito conseguenze.

La squadra arbitrale schierata prima della partita
La squadra arbitrale schierata prima della partita

Tutto è cominciato perché i tifosi del Renaissance non erano contenti della sua direzione di gara. Già durante la partita gli avevano rivolto fischi e insulti, specialmente per la sua decisione di non assegnare un calcio di rigore dubbio alla squadra che avrebbe potuto cambiare il risultato. Nonostante la pressione del pubblico e anche dei giocatori l'arbitro è rimasto fermo sulle sue posizioni fino alla fine della partita (terminata 1-1) che si è decisa poi con la vittoria del Tanganyika ai calci di rigore. È stato quello il punto in cui la rabbia dei tifosi è salita e li ha portati a invadere il campo per colpire il fischietto con pugni, calci e perfino una sedia: la poca sicurezza dello stadio e la presenza di un numero limitato di forze dell'ordine ha fatto in modo che l'ondata di violenza non venisse fermata in tempo.

L'arbitro a terra, ma la squadra festeggia

La scena più brutta è avvenuta negli spogliatoi, a partita ormai finita. L'arbitro è stato trasportato all'interno degli spogliatoi per essere soccorso, dato che ha riportato evidenti lesioni su tutto il corpo ed era ricoperto di sangue, come mostrano le immagini. Nei video che circolano sul web si vede l'uomo steso sul pavimento, privo di sensi, che viene curato da alcuni membri dello staff medico ma intorno a lui i giocatori della squadra vincitrice fanno festa.

Mentre i medici tentano di rianimarlo sullo sfondo si sentono le grida, gli applausi e le canzoni dei vincitori che continuano le celebrazioni nonostante il corpo dell'arbitro a pochi metri da loro, intento a lottare tra la vita e la morte. L'uomo è stato trasportato nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale più vicino e, sebbene alcuni media abbiano diffuso la notizia della sua morte, la federazione del Congo non ha ancora fornito novità a riguardo.

123 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views