537 CONDIVISIONI
27 Novembre 2021
20:56

Allegri non molla la sua Juventus: “Ai ragazzi bisogna solo fare i complimenti”

Un Massimiliano Allegri piuttosto deluso si è presentato ai microfoni di DAZN per analizzare la sconfitta casalinga della Juventus contro l’Atalanta.
A cura di Vito Lamorte
537 CONDIVISIONI

Non ha una faccia rilassata come al solito Massimiliano Allegri dopo la sconfitta in casa contro l'Atalanta. La Juventus ha subito la sesta sconfitta stagionale, la quinta in campionato, e ora il quarto posto si allontana, visto che ora è a -7 proprio dalla Dea. L'allenatore di bianconeri ai microfoni di DAZN si è espresso così sulla prestazione della sua squadra all'Allianz Stadium: "Il problema? Stasera è stata una prestazione sulla falsariga di quella di Roma con la Lazio, di quella con la Fiorentina, con il Milan stesso. Diciamo che capitalizziamo poco quello che creiamo. Stasera l'Atalanta credo abbia tirato poco in porta, l'unico tiro credo lo abbia fatto Zapata su un nostro errore. È normale che poi devi fare gol perché poi la differenza reti è quello che conta. È anche un po' il momento, perché poi c'è anche un pochino di ansia, di fretta, perché quando non fai gol c'è anche un po' di preoccupazione, però l'unica cosa che conosco io e che ci rimane da fare, che dobbiamo fare, è continuare a lavorare, lavorare su quello che abbiamo fatto, sulle prestazioni. E intanto cercare di vincere una partita, poi vediamo di continuare".

Allegri ha analizzato il problema della sua squadra e il valore della sua rosa rispetto a quelle delle concorrenti: "Credo che questa sia un'ottima squadra, con dei valori, poi ci sono dei momenti in cui le cose vanno un po' meno bene, che non riusciamo a fare gol. Ma come ho detto prima, quando all'inizio e anche ora dicono che ha la rosa più forte in assoluto, che è quella che dovrebbe vincere il campionato, credo ci siano degli errori di valutazione. La Juventus è una squadra che può lottare per le prime quattro posizioni, purtroppo in questo momento siamo indietro, non facciamo gol e bisogna continuare a lavorare. Poi le valutazioni… io ho delle mie valutazioni sulla squadra, su cui ho grande fiducia, sono ragazzi a cui non si può dire assolutamente niente dopo una prestazione del genere. Anzi bisogna fare solo i complimenti ai ragazzi. I giudizi poi toccano a quelli che parlano e quelli che dicono".

In vista del prossimo futuro il tecnico bianconero si augura di ritrovare la verve realizzativa dei suoi calciatori: "Credo che bisogna essere realisti su quella che è la classifica, al momento questo è il nostro valore, a partire dall'allenatore. Dobbiamo essere realisti, solo cosi ci togliamo le pressioni. Per ottenere il massimo dobbiamo lavorare, credo che sia oggettivo. Non è detto che la Juve debba vincere il campionato per forza. Morata e Dybala hanno sempre segnato, abbiamo dei giocatori che fanno gol, al momento non li facciamo".

Allegri ha già nel mirino la partita di martedì contro la Salernitana: "In questo momento qui, bisogna azzerare tutto e parlare poco. Dobbiamo pensare alla trasferta di Salerno, cercando di metterla sul piano tecnico".

537 CONDIVISIONI
La Juve e Allegri blindano Morata, ma il Barcellona non molla: ha un piano ben preciso
La Juve e Allegri blindano Morata, ma il Barcellona non molla: ha un piano ben preciso
Focolaio Covid nella Juventus U23, un guaio anche per Allegri: nove i positivi
Focolaio Covid nella Juventus U23, un guaio anche per Allegri: nove i positivi
Le 'bugie' di Allegri spaccano i tifosi della Juventus: "È imbarazzante"
Le 'bugie' di Allegri spaccano i tifosi della Juventus: "È imbarazzante"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni