Adesso è davvero finita. Vincenzo Nibali ha vinto il Tour de France 2014. Passerella finale per il campione siciliano sugli Champs Élysées nella 21° tappa della Grand Boucle. Nell’ultimo classico tracciato, praticamente inutile ai fini della classifica, da Evry a Parigi a trionfare come da copione è stato Marcel Kittel della Giant-Shimano che per il secondo anno consecutivo ha conquistato dunque prima e ultima tappa del Tour de France. Sono 4 dunque i successi per lo sprinter tedesco nella 101° edizione della prestigiosa corsa francese. Corsa che si colora di azzurro grazie a Vincenzo Nibali, protagonista di un trionfo storico per l’Italia dello sport.

Il trionfo di Nibali al Tour de France 2014

Sedici anni dopo Marco Pantani dunque un altro portacolori italiano trionfa nella prestigiosa corsa a tappe, facendo esultare un Paese intero. E proprio al “pirata” Nibali ha voluto dedicare questa strepitosa vittoria con una promessa particolare fatta alla mamma di Pantani ovvero quella di portarle quella maglia gialla che nell’edizione 2014 del Tour “lo squalo” ha difeso in maniera letteralmente impeccabile. Gli attacchi nei momenti giusti sul pavè e una tattica perfetta che gli ha permesso poi di sfoderare persino una crono quasi perfetta, sebbene non sia mai stata la sua specialità. Ha conquistato la maglia gialla nella seconda tappa e non l’ha lasciata più Nibali che ha dimostrato tutta la sua forza su tutte le salite più dure di questa 101° edizione della Grand Boucle. Gli avversari, oltre ai ritirati Froome e Contador, non hanno potuto nulla contro il piglio del classe ’84 siciliano. E adesso anche il messinese può entrare di diritto nella storia del ciclismo, grazie ai successi nelle tre competizioni a tappe più importanti, Giro, Vuelta e Tour riempiendo di orgoglio un Paese che torna a trionfare in uno degli sport più seguiti.