6 Agosto 2016
23:41

Schwazer parte per il Brasile: “Ho una prova, spero di gareggiare”

L’atleta altoatesino parte comunque per Rio: “Voglio gareggiare, sono fiducioso”. Con lui anche Donati.
A cura di Giuseppe Cozzolino

Alex Schwarzer non molla: l'atleta altoatesino partirà regolarmente per Rio de Janeiro, in attesa della sentenza del TAS che potrebbe rimetterlo in corsa. Dopo la nota vicenda doping, che lo ha visto essere nuovamente sospeso, il marciatore si è sempre dichiarato innocente e spera in quello che potrebbe essere un vero e proprio miracolo: tutto lascia credere, infatti, che arriverà una nuova e lunga squalifica.

"Sono fiducioso, motivato, abbiamo delle prove che secondo me sono molto convincenti", ha detto prima di imbarcarsi a Fiumicino in direzione Rio de Janeiro, "mi aspetto che ci diano ragione. Per questo sono qui, con due valigie grandi, in partenza per Rio. Per gareggiare. Sono innocente, non ho niente da nascondere e non ho mai più fatto uso di doping, né uso di altri metodi proibiti", ha aggiunto ancora il marciatore altoatesino, "io ho già detto quello che penso: ora bisogna vedere solo se ci daranno ragione. L'ultimo mese e mezzo per me è stato un inferno, ma non ho mai perso un giorno di allenamento e sono pronto per gareggiare. Altrimenti non andrei a Rio, sarei rimasto a casa, magari aspettando il dibattito a Losanna, dopo le Olimpiadi".

La sentenza è attesa a breve, anche perché il tempo stringe. Il 12 agosto è in programma la marcia 20 km maschile, il 19 agosto si terrà quella 50 km. Per Alex Schwazer è una vera e propria corsa contro il tempo. La fiducia, però, da parte sua è tanta: assieme a lui, in partenza per Rio de Janeiro, anche il tecnico Donati. La decisione del tribunale arbitrale di Losanna arriverà insomma quando l'atleta altoatesino sarà già in Brasile. E conoscerà dunque il suo destino, dopo essersi dichiarato, differentemente dal primo caso di doping, completamente innocente e vittima di un complotto.

Italia campione d'Europa nella ginnastica artistica, le fate dominano la prova a squadre!
Italia campione d'Europa nella ginnastica artistica, le fate dominano la prova a squadre!
Il campione del mondo di jiu-jitsu Leandro Lo ucciso in una lite: tragedia nelle arti marziali
Il campione del mondo di jiu-jitsu Leandro Lo ucciso in una lite: tragedia nelle arti marziali
Toloi e Lookman fanno felice Gasperini, l'Atalanta parte col piede giusto e batte 2-0 la Sampdoria
Toloi e Lookman fanno felice Gasperini, l'Atalanta parte col piede giusto e batte 2-0 la Sampdoria
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni