Quando Alberto Tomba era uno degli atleti più amati e tifati in assoluto in Italia, la maggior parte degli amanti dello sport iniziarono a seguire lo sci con assiduità e tra i tanti rivali di Tomba ‘La bomba’ ricordano anche Finn Christian Jagge, che purtroppo è morto a soli 54 anni a causa di una malattia fulminante. Una notizia davvero molto triste. Lascia la moglie e due figli. Jagge vinse l’Oro alle Olimpiadi invernali di Albertville nel 1992 precedendo proprio Tomba.

Il grande Aamodt ricorda l’amico Finn Christian Jagge

La notizia della morte dell’ex sciatore l’ha data sul proprio profilo Facebook Trine-Lisa Jagge, moglie di Finn, che ha scritto: “Il nostro amore più grande, il nostro più grande eroe, il miglior papà del mondo e il miglior marito del mondo, è morto oggi, dopo una grave malattia. Il dolore è indescrivibile, siamo completamente devastati”. Parlando invece con ‘NRK’ Kjetil André Aamodt, uno dei più grandi sciatori della storia, contemporaneo e connazionale di Jagge, ha detto: “È terribilmente triste. Era solo a metà della sua vita, un giovane di 54 anni che era attivo. È così tragico. Era un atleta unico. Era bravo in diversi sport, incluso il tennis. Nell’ambiente alpino era una leggenda”.

Oro ai Giochi del 1992, Jagge vinse 7 gare in Coppa del Mondo

Papà tennista, mamma sciatrice, Jagge aveva lo sport nel sangue. Nel 1992 nei Giochi Olimpici di Albertville toccò il punto massimo della sua carriera battendo Alberto Tomba nello Slalom Speciale e conquistando l’oro. Un’impresa che ha fatto storia. In Coppa del Mondo ottenne sette successi: il primo e l’ultimo a Madonna di Campiglio, in mezzo anche due vittorie al Sestriere. In Italia Jagge si trovava bene. Lasciata l’attività è rimasto nel suo mondo ed è stato a lungo commentatore tecnico per la televisione norvegese.