2.671 CONDIVISIONI

Chi ha insultato Paola Egonu: “Imbecilli e ignoranti”. Ma il suo crollo ha anche altre cause

Svelati gli insulti rivolti a Paola Egonu negli ultimi giorni dei Mondiali di pallavolo. Il presidente federale Manfredi parla di “carognata incredibile”. Dietro la decisione di prendersi una pausa dalla Nazionale il peso di mesi logoranti sul piano mentale.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it
A cura di Alessio Morra
2.671 CONDIVISIONI
Immagine

Uno sfogo che non ha lasciato indifferente nessuno quello di Paola Egonu, che pochi minuti dopo aver vinto la medaglia di bronzo ai Mondiali di Pallavolo con l'Italia aveva detto di voler lasciare la Nazionale a causa di offese continue. Il caso è velocemente scoppiato, non è rientrato, anche se l'addio ai colori azzurri ora può sembrare un po' più lontano. Ora il numero uno del volley italiano scende in campo in difesa di Egonu e attacca chi l'ha presa di mire in queste ultime settimane. Ma non sono solo le offese ricevute sui social ad aver messo in difficoltà l'atleta.

Paola Egonu da anni è una delle più forti giocatrici al mondo, con Tijana Boskovic si disputa lo scettro di migliore in assoluto al mondo. Con i colori dell'Italia Egonu da protagonista ha vinto gli Europei nel 2021 e l'argento ai Mondiali del 2018. In questa edizione dei Campionati del Mondo, l'Italia ha sognato in grande ed ha ottenuto il terzo posto, che è un buonissimo risultato, anche se il ko con il Brasile in semifinale brucerà ancora un bel po'. Egonu è stata grande protagonista, avendo realizzato oltre 200 punti nella manifestazione.

Purtroppo però l'azzurra ha ricevuto tantissimi attacchi, che l'hanno sfibrata e così dopo una lunga cavalcata e un'estate intensa, dopo la sfida con gli Stati Uniti del mito Kiraly, parlando con il suo procuratore gli ha detto: "Non puoi capire, non puoi capire. Sono stanca. Mi hanno chiesto anche se fossi italiana. Questa è la mia ultima partita in Nazionale". Parole fortissime che hanno fatto il giro del mondo perché qualcuno le ha riprese in un video.

Dopo la finale per il bronzo contro gli Stati Uniti Paola Egonu si è sfogata.
Dopo la finale per il bronzo contro gli Stati Uniti Paola Egonu si è sfogata.

Non solo il mondo del volley e dello sport si è schierato al fianco di Egonu, che ha capito di avere un sostegno molto maggiore di quanto immaginasse. E dopo quel duro sfogo l'opposto dell'Italia ha lasciato intendere che potrebbe ripensarci: "La prossima estate si vedrà, spero di ripensarci perché abbiamo ancora tanto da fare con questa Nazionale. A gennaio vi farò sapere".

Al rientro in Italia, ha fatto sentire con forza la sua voce Giuseppe Manfredi, il presidente FIPAV, che ha rivelato i tanti insulti subiti dalla giocatrice del VakifBank di Istanbul: "È stata una carognata unica da parte di qualcuno sui social. La ragazza ha avuto degli insulti dopo la partita col Brasile". 

Il presidente della federazione fa capire da dove sono piovute le tante offese ed ha aggiunto: "Siamo tutti davvero dispiaciuti per quanto accaduto a Paola e alle offese ricevute sui social da qualche persona imbecille e ignorante. Dopo sei mesi intensi d’attività è normale che l’azzurra fosse stanca e stressata, così a fine partita ha avuto questo sfogo. Paola ha passato diversi anni al Club Italia e ha regalato grandi gioie con l'Italia seniores. Lei è legatissima alla maglia azzurra, ce l'ha cucita addosso".

Ma chi ha insultato Paola Egonu? Intanto dalle parole dell'atleta si circoscrive il momento. La pioggia di critiche è arrivata dopo la semifinale persa con il Brasile, ma da successive dichiarazioni si nota come l'atleta abbia sentito soprattutto le critiche ricevute dalla stampa che non l'ha risparmiata in questa fase finale dei Mondiali: "Ci fanno male tutte quelle critiche. Ci fanno male le parole scritte dai giornalisti in cui viene detto che non merito di indossare la maglia dell’Italia. Io la sogno questa maglia".

Ma non solo solo le offese razziste e le critiche dei media a mettere in difficoltà Paola Egonu, che come molti atleti soffre anche mentalmente per le grandi fatiche fatte. E un periodo di attività estremamente intenso ha portato anche, forse, al limite la 23enne italiana, che alla Rai aveva detto: "Devo recuperare mentalmente, non solo da quest’estate ma anche dalla scorsa e da quella prima ancora. Ho bisogno di ricordarmi quanto sono forte e quanto valgo. Nel nostro sport non abbiamo mai tempo di riprenderci mentalmente da quello che succede".

Negli ultimi anni si è posta, giustamente, tanta attenzione alla salute mentale degli atleti, che pur raggiungendo l'apice talvolta possono fare un'enorme fatica a gestire tutto. Il c.t. dell'ItalVolley femminile Davide Mazzanti, parlando alla Domenica Sportiva, ha spiegato bene la situazione di Paola Egonu: "È lo sfogo di una ragazza sensibile che dopo un’estate così pesante ha detto qualcosa di lecito. Paola non ha mai staccato dopo il campionato per venire alla Nations League e permetterci di essere subito competitivi. Boskovic, MVP del Mondiale, l'ha saltata per respirare e avere un po’ di pausa".

Non è mai scesa dalla giostra, non si è fermata mai un attimo Egonu che negli ultimi due anni e mezzo ha vinto tutto con Novara, che ha realizzato un record d'imbattibilità incredibile, e non ha mai detto di no all'Italia. L'opposto azzurro ha disputato la Nations League, si è allenata tutta l'estate, ha vinto una medaglia con l'Italia e ora non si fermerà nemmeno un attimo per disputare la sua prima stagione in Turchia.

2.671 CONDIVISIONI
Egonu querela Vannacci, nel libro ha scritto: "I suoi tratti somatici non rappresentano l’italianità"
Egonu querela Vannacci, nel libro ha scritto: "I suoi tratti somatici non rappresentano l’italianità"
Mayweather pubblica le ricevute dei biglietti comprati per assistere al Super Bowl: la cifra è folle
Mayweather pubblica le ricevute dei biglietti comprati per assistere al Super Bowl: la cifra è folle
Vietate le Olimpiadi al campione di boxe Manny Pacquiao: una regola lo condanna, è troppo vecchio
Vietate le Olimpiadi al campione di boxe Manny Pacquiao: una regola lo condanna, è troppo vecchio
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views