Bebe Vio ha confermato di essere stata multata per aver violato il coprifuoco in quel di Mogliano Veneto. La campionessa paralimpica azzurra, celebre per i suoi successi nella scherma, ha parlato di quello che è successo, spiegando la sua posizione. La classe 1997 che ha ammesso di aver sbagliato, ha raccontato di non essersi resa conto di essere rimasta nel locale oltre l'orario di chiusura, per parlare con una sua amica che lavora come cameriera e che non vedeva da anni.

Bebe Vio è stata multata per aver violato il coprifuoco. La popolare atleta italiana, vera e propria icona dello sport azzurro, si trovava all'interno di un locale ancora aperto dopo l'orario d'inizio del coprifuoco (18), con alcuni amici. I carabinieri, intervenuti sul posto dopo la segnalazione di alcuni residenti della zona, hanno effettuato un controllo dopo le 20 sorprendendo sia la schermitrice sia altre persone. Per tutti è scattata l'ammenda da 400 euro, che è stata pagata subito. Il locale invece ha ricevuto l'ordine di chiusura per cinque giorni. Dopo qualche ora di silenzio, Bebe Vio ha deciso di spiegare quanto accaduto in un'intervista ai microfoni dell'Ansa.

Oltre a confermare di aver ricevuto la multa, Bebe Vio ha voluto fare chiarezza su quanto accaduto ammettendo di aver sbagliato: "Ho sbagliato: sono andata in quel locale a trovare un'amica di infanzia che fa lì la cameriera e non vedevo da anni, perché non torno mai a casa, e mi sono fermata dopo l'orario di chiusura mentre lei sparecchiava. Ma non ho bevuto, avevo la mascherina e sono rimasta lì solo a chiacchierare, come se fosse una visita di famiglia". Una leggerezza insomma che però le è costata una multa da parte delle forze dell'ordine.