117 CONDIVISIONI
Grande Fratello 2023/2024

Sara Ricci parla dell’omicidio di Giulia Cecchettin al GF, la regia la interrompe

Sara Ricci durante una pausa pubblicitaria ieri sera ha raccontato i dettagli dell’omicidio di Giulia Cecchettin a Beatrice Luzzi. La regia del programma l’ha però interrotta: sarebbe vietato riportare notizie dall’esterno. “Ma lo avete detto voi, l’ha detto Alfonso”, la giustificazione della concorrente.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Gaia Martino
117 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Grande Fratello 2023/2024

Sara Ricci nella casa del Grande Fratello, ieri sera, ha parlato con Beatrice Luzzi dell'omicidio di Giulia Cecchettin, la 22enne uccisa dall'ex fidanzato Filippo Turetta.  L'attrice è a conoscenza della vicenda essendo entrata nella casa di Cinecittà il 20 novembre, e nella puntata di ieri, 28 novembre, dopo il discorso di Alfonso Signorini sulla Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, ha raccontato i dettagli del caso Cecchettin alla sua inquilina. Il Grande Fratello, però, è intervenuto per interromperla: le regole del reality impongono ai concorrenti di non trasferire informazioni e notizie dall'esterno.

Il video del richiamo del GF a Sara Ricci

In una pausa pubblicitaria durante la puntata di ieri sera, lunedì 28 novembre, Sara Ricci ha raccontato i dettagli dell'omicidio di Giulia Cecchettin a Beatrice Luzzi. I concorrenti, all'oscuro del caso essendo nella casa del GF da oltre due mesi (a differenza della Ricci, entrata a far parte del gioco poco più di una settimana fa), non dovrebbero ricevere informazioni o notizie dall'esterno. Per questo motivo, durante il racconto, è intervenuta la regia per interrompere l'attrice: "Ok, grazie Sara" dichiara una voce dall'altoparlante. "Ma lo avete detto voi, l'ha detto Alfonso", la replica della concorrente.

Il discorso di Alfonso Signorini su Giulia Cecchettin

Alfonso Signorini ieri, prima dell'incontro di Rosy Chin con la famiglia, ha ricordato il 25 novembre, data nella quale si celebra la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. Quando la concorrente di origini cinesi ha raccontato che il fratello è stato privilegiato rispetto a lei "perché maschio", il conduttore ha così dichiarato:

A Roma sono scese in piazza 500 mila persone, c'erano anche tanti uomini, per esprimere la loro vicinanza a un tema così importante, complice l'ennesimo femminicidio. Voi non lo sapete, ma è morta un'altra donna, vittima della furia omicida di un uomo. Si chiamava Giulia ed era a un passo dalla laurea. Tu parli di cultura, riferendoti a quella cinese, ma io direi ‘antropologia', che non ha bandiere, perché la società è maschilista da millenni.

117 CONDIVISIONI
788 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views