11 Agosto 2022
16:01

Ezra Miller si dichiara non binario e cerca aiuto, The Flash a rischio cancellazione

L’attore chiede alla produzione di essere interpellato con il pronome “they/them”. Intanto, la Warner Bros. studia il futuro: di certo, Miller non sarà più The Flash in pellicole diverse da quella che dovrebbe uscire nel 2023.

Soltanto due giorni fa, una nuova notizia sulle intemperanze di Ezra Miller ha trovato spazio nella cronaca: l'attore è indagato per furto con scasso. Aveva cercato di entrare in un'abitazione di sconosciuti, fortunatamente vuota al momento dell'effrazione, dalla quale ha trafugato solamente alcolici. L'attore deve rispondere già di accuse di aggressioni verbali e fisiche ai danni di avventori e proprietario di un bar delle Hawaii e la Warner Bros, come raccontato dal The Hollywood Reporter, sta valutando tutte le opzioni per il futuro del film "The Flash, costato oltre 200 milioni di dollari.

Ezra Miller ha scelto di usare il pronome "they"

Intanto, apprendiamo proprio dal THR, Ezra Miller avrebbe comunicato alla produzione di essere interpellato con il pronome "they/them". Si è pertanto dichiarato non binario. Contestualmente, la Warner Bros. avrebbe appreso che l'attore si sta facendo aiutare da sua madre in questo momento di grandissima difficoltà e avrebbe accettato di entrare presto in una comunità per il recupero psico-fisico. In questo scenario, la Warner Bros. riuscirebbe a pianificare l'uscita di The Flash per la data prevista del 23 giugno 2023.

The Flash a rischio cancellazione: ecco perché

Ci sono due scenari che andrebbero invece a cambiare i piani sul tavolo, se non addirittura cancellarli, la produzione di "The Flash". Nel caso in cui Ezra Miller non dovesse risolvere i suoi problemi personali, la Warner Bros. potrebbe decidere comunque di distribuire il film ma a quel punto, per la tutela del brand e dello stesso film, escluderebbe l'attore da ogni tipo di promozione, legando la sua immagine al minimo possibile. Il secondo scenario prevede il peggio possibile: Ezra Miller continua a peggiorare e la Warner Bros. cancellerebbe il film definitivamente, bruciando 200 milioni di dollari. Sarebbe un gesto senza precedenti.

Quello che è certo è che Ezra Miller non sarà più The Flash in futuro. Il suo nome è stato già cancellato dai progetti futuri della Warner Bros.

Ezra Miller va in terapia:
Ezra Miller va in terapia: "Soffro di problemi di salute mentale, mi scuso per i miei comportamenti"
Ancora guai per Ezra Miller, furto con scasso in un appartamento per prendere liquori e birre
Ancora guai per Ezra Miller, furto con scasso in un appartamento per prendere liquori e birre
Ezra Miller arrestato alle Hawaii, bestemmie e imprecazioni a un bar karaoke
Ezra Miller arrestato alle Hawaii, bestemmie e imprecazioni a un bar karaoke
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni