62 CONDIVISIONI
Festival di Sanremo 2024

Paola Ferrari a Fanpage.it: “Amadeus invitami a Sanremo così proviamo le luci”

A Fanpage.it la giornalista ha commentato divertita la prima conferenza stampa di Amadeus: “Siamo amici da trent’anni e per questo mi ha fatto ridere”. Poi aggiunge: “Io non sono mai andata. Eppure c’è andata Diletta Leotta, c’è andata Ilaria D’Amico, ma io mai. Se mi invita, proviamo le luci”.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
62 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Festival di Sanremo 2024

Paola Ferrari è stata protagonista, suo malgrado, della prima conferenza stampa del Festival di Sanremo 2024. La giornalista e conduttrice di 90º minuto è stata citata proprio da Amadeus in apertura a causa delle luci troppo forti: "Sembro Paola Ferrari". A Fanpage.it, la giornalista commenta divertita: "La nostra è un'amicizia che dura da trent'anni e gli voglio molto bene. Per questo mi ha fatto ridere e gli ho subito risposto: "Ama, quelle luci così sono per piallarmi il naso". Poi rilancia: "Magari può invitarmi a Sanremo e vediamo come sto con le luci". 

Paola, le prime parole ufficiali di Amadeus sono state un riferimento alle luci. Come l'hai presa? 

L'ho presa in modo giocoso, come è stato lui. Io e Amadeus siamo molti amici a parte il fatto che lui è interista e io sono milanista. Ho partecipato al suo Soliti Ignoti facendo un record da 300mila euro in beneficenza. La nostra è un'amicizia che dura da trent'anni e gli voglio molto bene. Per questo mi ha fatto ridere e gli ho subito risposto: "Ama, quelle luci così sono per piallarmi il naso". Magari può invitarmi a Sanremo e vediamo come sto con le luci. Comunque mi ha fatto piacere che mi abbia ricordato e per me è un onore che lo abbia fatto nel momento più importante per noi, che è il Festival di Sanremo.

Cosa ne pensi del percorso che ha fatto Amadeus al Festival?

Per me, Amadeus è il migliore in assoluto. Ha fatto grande il Festival, lanciando molti giovani, facendo capire come i gusti stiano cambiando. Ha fatto accettare alla televisione generalista, artisti diversi e contemporanei. Adoro Amadeus e per me dovrebbe essere confermato come minimo, altri tre anni. Quest'anno credo, poi, sia il cast più forte tra i cinque anni gestiti da Amadeus. Una cosa, però, la voglio dire.

Cosa?

Non mi ha mai invitato. Io non sono mai andata, solo come giornalista ma mai sul quel palco. Eppure c'è andata Diletta Leotta, c'è andata Ilaria D'Amico, ma io mai.

Vogliamo mandargli un messaggio?

Il prossimo anno invitami, mi metto in prima fila così proviamo le luci. Però vengo vestita di rossonero e voglio vedere se mi fa salire sul palco.

Non sarai presente tra il pubblico?

No, lo guarderò tutte le sere dalla tv e mi metto lì col mio foglietto da "boomer" a fare gruppo d'ascolto e mettere i voti ai cantanti. Nessuno mi telefoni la sera, perché ci sono solo per Sanremo. Poi domenica torno con 90° minuto. Però, se Amadeus mi volesse fare un invito last minute quest'anno io ci vado. Prendo un treno e arrivo.

62 CONDIVISIONI
756 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni