Ci saranno tutti nella mattinata di venerdì a Torino per l'ultimo saluto che la Fiat ha voluto riservare a Sergio Marchionne, l'ex amministratore delegato di Fca scomparso il 25 luglio scorso dopo una lunga malattia. Dal nuovo Ceo che lo ha sostituito, Mike Manley, al presidente Elkann, dai vertici di tutte le società Agnelli agli operai, tutti insieme si riuniranno alle 11 al Duomo di Torino per la funzione religiosa di commemorazione per il top manager italo canadese fortemente voluta dalla dirigenza del gruppo. Si tratterà dell'a prima cerimonia pubblica in ricordo di Marchionne, non a caso organizzata molto tempo dopo  i funerali tenuti in forma strettamente privata  per volontà della famiglia Marchionne.

Per partecipare alla funzione celebrata da Monsignor Cesare Nosiglia a Torino arriveranno delegazioni di lavoratori da tutti gli stabilimenti italiani del gruppo, da Mirafiori a Cassino, da Melfi a Pomigliano, ai quali l’azienda ha assicurato il trasferimento e la giornata di paga. Non mancheranno anche  le rappresentanze sindacali, la Fim Cisl la Uilm hanno confermato la loro presenza, così come i rappresentanti delle istituzioni locali come l governatore della Regione Piemonte Sergio Chiamparino e la sindaca di Torino Chiara Appendino. Annunciata infine la presenza dei rappresentanti di Confindustria , camera di commercio e dell’Unione Industriale di Torino. Dopo la commemorazione di Torino, si terrà una seconda cerimonia il 27 settembre ad Auburn Hills, dove ha sede Fca negli Stati Uniti.