Il presidente della Regione Nicola Zingaretti ha firmato un'ordinanza sui rifiuti. Il provvedimento ha come scopo quello di evitare l'interruzione del pubblico servizio, dopo la chiusura della discarica di Roccasecca e dopo i ritardi di Ama nel definire gli accordi tra regioni, per portare l'immondizia fuori dal Lazio. Nel documento Zingaretti dispone, a partire da domani lunedì 12 aprile e fino al prossimo 20 aprile, il conferimento di ulteriori 100 tonnellate al giorno di rifiuti di Roma Capitale a Viterbo, che vanno così ad aggiungersi alle 100 tonnellate al giorno come disposto dalla precedente ordinanza regionale del 1 aprile scorso.

Viterbo accoglierà i rifiuti di Roma

L'ordinanza a firma Zingaretti consente all’amministrazione Giudiziaria di E.Giovi Srl nel Comune di Roma, che gestisce gli impianti Tmb 1 e 2 di Malagrotta di conferire le ulteriori 100 tonnellate al giorno rifiuti solidi urbani nella discarica Ecologia Viterbo srl, "non essendo disponibile alcuna capacità di smaltimento in discarica nel sub ambito di Roma Capitale, non essendo sufficiente quella disponibile nella Città Metropolitana di Roma, e considerato che ad oggi – si legge nel documento – rispetto a quanto disposto con l’ordinanza del 1 aprile 2021 né AMA né E.Giovi hanno comunicato di aver perfezionato contratti ulteriori rispetto a quelli vigenti, per almeno 100 t/g di scarti per raggiungere l’autosufficienza impiantistica in termini di trattamento e smaltimento dei rifiuti di Roma Capitale, come ordinato, allo scopo di garantire la stabilità del complessivo sistema di gestione del ciclo dei rifiuti".

Regione pronta a commissariare Virginia Raggi

Il 1 maggio il governatore Zingaretti potrebbe commissariare Roma Capitale sulla gestione del ciclo dei rifiuti, se Virginia Raggi entro il 30 aprile, scadenza dei termini indicati dalla delibera regionale, non dovesse indicare i siti idonei alla costruzione di discariche ed impianti all'interno del proprio territorio ed Ama deve bandire, tramite Invitalia, la gara per il trasporto dei rifiuti all'estero. Nel frattempo Roma ha chiesto a Napoli di farsi carico di 100 tonnellate della propria immondizia al giorno.