Allerta rifiuti a Roma in vista delle festività pasquali, dopo la chiusura nella giornata di ieri della discarica di Roccasecca, in provincia di Frosinone, arrivata al culmine della capienza. A prendere il provvedimento il governatore Nicola Zingaretti, con la firma di un'ordinanza arrivata nel pomeriggio di ieri, dopo l'incontro con Ama, Comune e Prefettura, per scongiurare l'emergenza proprio durante Pasqua e valida fino al prossimo 20 aprile. La Capitale, non autosufficiente dal punto di vista dello smaltimento con una propria discarica, oltre ad implementare il lavoro del Tmb di Rocca Cencia, conferirà i suoi rifiuti in altri impianti del territorio.

Zingaretti: "Regione pronta a Commissariamento"

"L’ordinanza per la gestione dei rifiuti contiene molti elementi rivoluzionari – spiega Zingaretti – L’obbligo della gara europea per portarli all’estero se Roma non ce la fa a collocarli, l’obbligo della ricerca di accordi fuori regione, su cui già stiamo lavorando per dare concretezza a questa prospettiva, prevede l’obbligo di individuazione del sito all’interno della Capitale per la discarica di Roma che è l’altro pilastro e se questo non dovesse avvenire scatteranno i poteri sostitutivi della Regione". E aggiunge: "Ci sono sette aree già individuate su cui c’è già l’accordo fra Comune di Roma, Città metropolitana e Regione Lazio. Ora Roma deve scegliere".

Roma avrà un mese di tempo per un piano impiantistico sui rifiuti

Zingaretti ha dato l'ultimato a Roma ed Ama: tempo un mese e dovranno "trasmettere un piano impiantistico ai fini dell’autosufficienza in termini di trattamento, trasferenza e smaltimento" si legge nel testo dell'ordinanza. Dovrà dunque prevedere Tmb e discariche all'interno del proprio territorio, per essere autosufficiente sullo smaltimento dei rifiuti che produce, pena il commissariamento. Tra le misure previste dall'ordinanza per far fronte ad un'imminente emergenza c'è la gara per esportare i rifiuti all’estero tramite Invitalia, accordi con impianti fuori Regione e chiarire cosa si intende fare con il Tmb di Rocca Cencia, in vista del rinnovo dell’autorizzazione in conferenza dei servizi.

Dove verranno portati i rifiuti di Roma

Ad accogliere i rifiuti di Roma nel Lazio saranno i Comuni di Civitavecchia e Viterbo. Fino al 12 aprile la E .Giovi che gestisce Tmb1 e 2 di Malagrotta conferirà 200 tonnellate giorno di rifiuti alla discarica Ecologia Viterbo, dove arriveranno anche 100 tonnellate di rifiuti dall'impianto di Castelforte (Latina) e 20 dal Tmb di Colfelice (Frosinone), che manderà 80 tonnellate anche nel Fosso Crepacuore di Civitavecchia. Dal 13 aprile invece i Tmb 1 e 2 di Malagrotta, porteranno 100 t/giorno alla discarica Ecologia Viterbo, l’impianto di Castelforte, 100 t/giorno alla discarica Ecologia Viterbo e il Tmb di Colfelice 140 t/giorno rispettivamente 100 a Viterbo e 40 a Civitavecchia.