Un uomo è morto caduto da un balcone in via dei Due Ponti a Roma Nord. Secondo le informazioni si tratta di un trentaseienne originario dello Sri Lanka, incensurato che di lavoro faceva il domestico, precipitato dal palazzo nella strada che collega via Flaminia a via Cassia, dopo essere scappato alla vista degli agenti della Polizia di Stato, che stavano svolgendo una perquisizione per droga. I fatti risalgono alla notte tra lunedì 4 a martedì 5 gennaio. I poliziotti, che stavano indagando su un giro di sostanze stupefacenti per un diciassettenne fermato in via Raffaele Stasi con venti grammi di cocaina, hanno fatto irruzione all'interno dell'appartamento di una trentaquattrenne che abitava a poche porte di distanza.

L'uomo ha perso l'equilibrio ed è caduto da una terrazza

Alla vista degli agenti l'uomo spaventato e temendo di poter essere arrestato, è scappato e ha cercato di raggiungere la sua abitazione scavalcando e passando attraverso una terrazza, ma ha perso l'equilibrio ed è precipitato, facendo un volo di diversi metri e finendo rovinosamente sull'asfalto. Una scorciatoia quella che il trentaseienne era abituato a percorrere spesso per gioco, ma che in preda al panico si è rivelata una trappola fatale. Una caduta che non gli ha purtroppo lasciato scampo. Subito è scattata la chiamata al Numero unico delle Emergenze 112, ma all'arrivo dei soccorritori per l'uomo non c'è stato purtroppo nulla da fare se non constatarne il decesso a causa delle ferite e dei traumi riportati nella caduta che non gli hanno lasciato scampo.

Arrestata la donna, denunciato il minorenne

I poliziotti che hanno perquisito l'appartamento della donna hanno trovato 6mila euro, soldi provenienti dal traffico illecito della droga e dieci cellulari utili per coordinare le operazioni e rifornire i clienti. La donna è stata tratta in arresto con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, mentre il minorenne sorpreso con la droga ha ricevuto una denuncia in stato di libertà.