Si sono avvicinate mentre non c'era nessuno a controllare, hanno preso la gatta e se ne sono andate. Questo è quanto accaduto a Claudio, senzatetto che da vent'anni ha un'amica con la quale condivide le giornate e a cui vuole molto bene: la gatta Fortunella. La trovò in un cartone in un secchio dell'immondizia, l'ha presa e curata per tutto questo tempo. La notte tra il 25 e il 26 agosto due donne bionde – una più giovane, l'altra più anziana – gliel'hanno tolta e sono andate via. Da allora, di Fortunella non c'è più traccia. I due vivevano insieme per strada nel centro storico, erano conosciuti e amati da tutti i negozianti e i residenti. Erano seguiti anche dall'Ente protezioni animali (Enpa), che si erano occupati dei vaccini della gatta e della sua sterilizzazione. Adesso Claudio è disperato e ha lanciato un appello affinché Fortunella gli venga restituita. E un anonimo ha proposto anche 500 euro di ricompensa. L'ipotesi è che siano due volontarie di passaggio, al momento non sono state ancora identificate.

"Se temete di essere scoperte e denunciate, vi rassicuriamo che la vicenda si risolve con il ricongiungimento di Fortunella al suo padrone e per voi un'esperienza che sarà stata una lezione di vita – ha dichiarato Maurilia Amoroso, responsabile Randagismo Enpa Roma – Avete pensato di agire nel bene, perché vi ha impressionato il guinzaglio con la pettorina e avete pensato ad una condizione di costrizione. Claudio, invece, la proteggeva in questo modo quando la strada si affollava e poiché la gatta era anziana, poteva confondersi. La gatta di solito stava vicino al suo papà anche senza guinzaglio, ferma, immobile perché era il suo modo. 20 anni di vita condivisa insieme, in un destino non benevolo con Claudio, ma il loro rapporto di amore ha superato tutte le controversie e hanno continuato a stare insieme, nonostante il bello e il brutto, che la strada offre. Claudio è una persona ben voluta da tutti i negozianti, gli abitanti del quartiere, dai militari suoi vicini, e la gatta era curata e sterilizzata dalla Fondazione Di Torre Argentina, dove Claudio poteva recarsi in caso di necessità".

"20 anni non ti consentono di aspettare un giorno di più – continua – l'appello – Oggi decidetevi e fate una bella sorpresa a Claudio. Fate la cosa giusta. Chiamatemi al 3384058231 oppure riportate la gatta a Claudio senza clamori. Lui vi ringrazierà, perché Claudio è un uomo della strada, che ha conosciuto una vita che deve conquistare ogni giorno con le sue forze e la sua dignità. Claudio sarà così felice, che dimenticherà il dolore e vi perdonerà".