È stato ritrovato Marco Bassanelli, l'uomo uscito lo scorso 26 febbraio dal carcere di Rebibbia e poi scomparso nel nulla. A darne la notizia è stata la figlia con un post su Facebook. A quanto appreso da Fanpage.it, Bassanelli è stato ritrovato alla stazione Termini e le sue condizioni psicologiche non sarebbero ottimali. L'uomo, infatti, soffre di gravi problemi mentali ed è un malato psichiatrico. Grande sollievo da parte della famiglia, che inizialmente aveva temuto il peggio. Bassanelli, infatti, si era allontanato senza far avere più sue notizie dopo essere stato rilasciato dal carcere di Rebibbia, dove aveva scontato una condanna di un anno e cinque mesi. In passato, aveva scritto la figlia in un appello su Facebook in cui chiedeva aiuto per ritrovarlo, aveva tentato il suicidio.

Ritrovato Marco Bassanelli, scomparso all'uscita di Rebibbia

Dal momento della scomparsa la famiglia aveva diramato vari appelli per ritrovare Marco Bassanelli. "Potrebbe dirigersi verso la stazione Termini o a Ladispoli", aveva dichiarato. Ad aiutarli, anche l'associazione Penelope Lazio Onlus che si occupa di persone scomparse. "Ha bisogno di aiuto, ha qualche problema psichiatrico, vi prego di comunicare immediatamente se lo vedete", aveva scritto l'associazione. "Non è una persona violenta, si vede che ha dei problemi mentali perché parla da solo ma non è aggressivo quindi può essere avvicinato dalle persone senza paura", aveva spiegato a Fanpage.it la figlia Giulia, subito dopo la scomparsa. Ora, la buona notizia, con il ritrovamento di Marco Bassanelli. E la famiglia può tirare un sospiro di sollievo.