La persona risultata positiva al coronavirus per la quale è stato chiuso lo stabilimento Levante di Fregene, ha partecipato ad una festa in spiaggia con circa novanta persone lo scorso 25 luglio. Questo il commento dell'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato, che è intervenuto sulla vicenda: "Bisogna evitare assembramenti, feste in spiaggia e in discoteca. Sono comportamenti essenziali per limitare la diffusione del virus". Resta alta l'attenzione a Roma e nel Lazio sulla movida e sui casi d'importazione, che in questa fase dell'emergenza coronavirus si rivelano, come emerge dai dati, i rischi maggiori di contagio.

Negativi i primi 200 tamponi a Sabaudia

Proseguono nel frattempo gli accertamenti a Sabaudia, dove i primi 200 tamponi sui contati dei positivi sono risultati negativi. Nella città pontina sono stati infatti chiusi temporaneamente nei giorni scorsi due stabilimenti, Il Gabbiano e Lido Azzurro per due bagnini casi accertati di coronavirus e nei confronti dei quali la Asl di Latina ha attivato le procedure necessarie per svolgere un'indagine epidemiologica risalendo ai loro contatti e richiamando dipendenti e clienti che avevano frequentato il lido nei giorni precedenti all'esito dei test. Nel caso dello stabilimento Il Gabbiano i contatti positivi del bagnino sono arrivati a cinque: si tratta di ragazzi che sono andati in giro per locali a Latina. I tre posti che hanno frequentato sono stati chiusi dalle autorità sanitarie.

Nel Lazio 15 nuovi contagi, di cui 9 casi d'importazione

Sono 15 i nuovi contagi di coronavirus di oggi, lunedì 3 agosto nel Lazio, tra i quali 9 sono casi d'importazione. Nel dettaglio si tratta di due persone provenienti dalla Romania, due dalla Repubblica Domenicana, una dall'Ucraina, una dall'Iran, una dall'India e una dal Bangladesh. Nelle ultime 24 ore c'è stato un solo decesso da Covid nell'intero territorio della Regione. Due i casi nelle province diverse da Roma, riscontrati nella Asl di Latina, mentre Frosinone è Covid free.