"Il Cinema Palazzo non deve chiudere" sono le parole di un bambino di San Lorenzo, che ha scritto una lettera dopo lo sgombero di mercoledì scorso, messo in atto dalle forze dell'ordine. Il piccolo residente ha spiegato perché deve restare aperto, meglio di quanto potesse farlo qualsiasi altro adulto. Con la semplicità e la genuinità dei suoi anni, ha dato voce al sentire comune di un quartiere e di una città indignati di fronte al provvedimento, che ha messo i sigilli a un luogo che appartiene alla comunità, strappato dalle mani della criminalità organizzata e destinato a diventare un casinò. Il bambino ha appreso la notizia dalla madre ed ora è triste, perché per lui come per tanti altri bambini il Cinema Palazzo rappresenta un posto speciale, punto di ritrovo tra amichetti, dove ha trascorso molti tra i ricordi più belli, tra tombolate, compleanni e feste di carnevale in maschera, tra coriandoli e stelle filanti. È davanti al Cinema Palazzo poi, che prima dell'emergenza coronavirus, si incontrava con i compagni di squadra per andare alle partite di calcio. Un punto di riferimento anche per gli adulti, spiega, dove fanno le riunioni importanti. Uno spazio nei confronti del quale è urgente una chiara presa di posizione da parte delle istituzioni, con provvedimenti volti alla sua tutela e che lo lascino fruibile ai cittadini.

La lettera del bambino di San Lorenzo per il Cinema Palazzo

Ieri mattina mia madre mi ha detto che hanno chiuso il Cinema Palazzo. Io sono triste perché è un luogo molto importante per tutta San Lorenzo e pure per me. Il Cinema Palazzo è un luogo culturale dove si organizzano feste, si recita e si fa la tombola all'inizio dell'anno con quasi tutto il quartiere. A volte lì mia madre faceva le riunioni con i dirigenti dell'Atletico, che è la mia squadra di calcio. Per la squadra è importante, perché ci incontravamo lì per andare alle partite, facevamo feste con la squadra e sbirciavamo le recite. Il cinema palazzo è molto grande, ha tre piani e uno spazio all'aperto. Sarebbe davvero brutto se davvero lo chiudessero.

Raggi annuncia un tavolo per trovare una soluzione

Virginia Raggi ha annunciato l'intenzione di creare un tavolo di discussione per trovare una soluzione dopo il corteo dei cittadini che mercoledì ha animato le strade di San Lorenzo e durante il quale si sono verificati scontri tra manifestanti e Polizia di Stato. Durante la protesta organizzata dopo lo sgombero, i poliziotti in assetto antisommossa per motivi ancora da chiarire, hanno caricato alcuni dei ragazzi presenti in via dei Volsci, con il bilancio di tre fermi e diversi feriti fortunatamente non gravi. La speranza dei romani è di sedersi con la sindaca e trovare un'intesa per far sì che la preziosa esperienza del Cinema Palazzo continui. Il posto ospita iniziative culturali, artistiche, dibattiti, oltre che iniziative solidali, ed è da anni il punto di riferimento del quartiere.