La notizia drammatica è infine arrivata: è stato ritrovato nelle acque del fiume Liri il corpo senza vita di Mario Tedeschi, l'ex ferroviere in pensione di sessantaquattro anni disperso dalla mattina di ieri. La macchina dell'uomo – residente ad Arce in provincia di Frosinone – era stata rinvenuta nei pressi della diga di Sant'Euleterio e da quel momento le ricerche si erano concentrate proprio nelle acque del fiume, con l'azione del Nucleo Sommozzatori dei Vigili del Fuoco impegnati con uomini e mezzi nelle operazioni.

Le ricerche nel fiume Liri fino al tragico ritrovamento

Le ricerche erano state interrotte nella serata di ieri e sono riprese questa mattina fino al tragico ritrovamento del corpo senza vita rinvenuto proprio a ridosso della diga. I vigili del fuoco hanno individuato il corpo scandagliando le acque del fiume con uno scanner. Sul posto i carabinieri di Pontecorvo e della stazione di Arce che indagano ora stabilire la dinamica di quanto accaduto, e il magistrato di turno. Il corpo dell'uomo sarà trasferito in obitorio per essere sottoposto a un'autopsia.

L'uomo era scomparso da ieri mattina

Al momento non è esclusa nessuna ipotesi. L'uomo – da quanto si apprende – si era allontanato ieri mattina dall'abitazione dicendo alla moglie che andava a fare alcuni acquisti senza però fare ritorno. In effetti Mario Tedeschi si è recato nella tabaccheria del paese per acquistare delle sigarette, ma poi non ha fatto ritorno a casa e non ha dato più notizie ai suoi familiari che, sempre più preoccupati, hanno dato l'allarme facendo scattare le ricerche.