11 Gennaio 2022
10:40

David Sassoli: l’amore per Roma e la carriera da sindaco sfiorata

Addio a David Sassoli, giornalista e presidente del Parlamento Europeo. Arrivato secondo alle primarie Pd per il sindaco di Roma, negli ultimi anni moltissimi gli avevano chiesto di candidarsi nella capitale.
A cura di Beatrice Tominic

David Sassoli, presidente italiano del Parlamento Europeo, è morto la scorsa notte, fra il 10 e l'11 gennaio. Al termine della carriera da giornalista professionista, avviata nel 1986, che lo ha portato a diventare per anni volto del Tg1, per cui ha ricoperto la carica di vicedirettore dal 2006 al 2009, Sassoli ha intrapreso la carriera politica fra le fila del Partito Democratico.

Dopo le prime esperienze come europarlamentare, nel 2013 Sassoli si è candidato alle primarie Pd per diventare sindaco di Roma contro Paolo Gentiloni, Patrizia Prestipino, Gemma Azuni, Mattia Di Tommaso e Ignazio Marino. David Sassoli è arrivato secondo, mentre è stato proprio Ignazio Marino a vincere e, nel mese di giugno, al ballottaggio, a diventare sindaco di Roma, rivestendo la carica fino all'ottobre 2015. Nel corso degli anni successivi, sia nel 2016 che nel 2021, moltissimi cittadini e cittadine, anche fra i vertici del Partito Democratico, hanno chiesto a David Sassoli di candidarsi a sindaco per la città di Roma. Più volte, anche nel corso dell'ultimo biennio, infatti, alcuni rumors hanno fatto pensare alla volontà da parte di Sassoli di candidarsi per la carica di primo cittadino della capitale: uno scenario decisamente diverso rispetto a quello del 2013. Ogni volta, però, Sassoli e i suoi portavoce hanno smentito l'eventuale candidatura.

La smentita della candidatura a sindaco di Roma del 2021

Anche per le elezioni a sindaco di Roma del 2021 è stato citato il nome di David Sassoli ma, come già accaduto nel 2016, è presto arrivata la smentita da parte dello stesso Sassoli sui social network. "Ringrazio le tante persone che mi esprimono fiducia auspicando una mia candidatura a sindaco di Roma, ma ribadisco, per chiarezza e correttezza verso tutti, che l'ipotesi non esiste", ha dichiarato in un post di Facebook nell'ottobre del 2020. "Sono sicuro che sia il mio schieramento politico sia le cittadine e i cittadini romani possano comprenderlo e condividerlo", ha scritto facendo riferimento al suo impegno come presidente del Parlamento Europeo.

Così, anche nel 2021, David Sassoli ha seguito le elezioni per il sindaco di Roma da spettatore, manifestando ampio sostegno al candidato del suo partito Roberto Gualtieri, che aveva già sostenuto nel corso delle suppletive l'anno prima. "Roma, con il nuovo sindaco, ha scelto l'Europa e il futuro", ha scritto su Twitter a elezioni terminate per congratularsi della vittoria. Oggi è proprio Roberto Gualtieri ad esprimere il suo dolore per la morte del suo collega e amico.

Il sindaco Gualtieri spiega perché e quando verrà costruito il nuovo termovalorizzatore a Roma
Il sindaco Gualtieri spiega perché e quando verrà costruito il nuovo termovalorizzatore a Roma
Moto contro auto su via Tuscolana, morto centauro: la vittima è il personal trainer Davide Nataletti
Moto contro auto su via Tuscolana, morto centauro: la vittima è il personal trainer Davide Nataletti
Rifiuti, che fine ha fatto la bioraffineria promessa da Gualtieri per Roma?
Rifiuti, che fine ha fatto la bioraffineria promessa da Gualtieri per Roma?
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni