Una lista composta solo ed esclusivamente da under 25 per le elezioni comunali del 2021 a Roma. Questa è l'idea nata da un gruppo di ragazzi che ha creato una lista chiamata ‘La giovane Roma' con l'obiettivo di governare la città. A concorrere per il posto da sindaco, Federico Lobuono, un giovane di venti anni che però da tempo si muove nel mondo della politica. Renziano doc, almeno fino a poco tempo fa iscritto al Partito Democratico, aveva fondato un gruppo chiamato ‘Pischelli in cammino'. Che ora è diventato ‘La giovane Roma', lista con cui si presenterà alle prossime elezioni comunali. Nel 2017 aveva incontrato Renzi alla kermesse del Pd al Lingotto. Il giorno dopo l'ex premier lo aveva nominato nel suo discorso. "C’è un ragazzo del 2000 che ho incontrato l’altro giorno. Mi ha fatto una serie di proposte a raffica e, ammetto, mi sono sentito un po’ in difficoltà".

Il programma de ‘La Giovane Roma'

Nato a Lecce e cresciuto a Bari, Federico Lobuono è arrivato a Roma nel settembre 2015. "Non siamo di sinistra o di destra, parliamo con chi rispetta i valori della Costituzione. Noi come i 5 Stelle? No, puntiamo sulle competenze", ha dichiarato Lobuono in un'intervista a la Repubblica. E ha poi spiegato quale sarà il programma de ‘La giovane Roma‘. "Il programma si incentra su 10 aree: cultura e turismo, trasporti, mobilità e viabilità, ambiente, rifiuti e decoro, legalità, trasparenza e sicurezza, scuola e università, smart city e SID (Sburocratizzazione, Innovazione e Digitalizzazione), sport e politiche giovanili, periferie e politiche sociali, urbanistica e città aperta, partecipazione e cittadinanza attiva".

"Non sono stati i giovani a ridurre Roma così"

"A chi storce il naso, giudicandomi per i miei 20anni, rispondo che non sono stati i giovani a ridurre Roma in queste condizioni – ha scritto Lobuono in un post su Facebook in cui annunciava la sua candidatura – Affronterò questa bellissima sfida insieme a tante ragazze e tanti ragazzi, tutti under 25, che come me si preparano ad affrontare il domani, impegnandosi tra studio, lavoro e passioni. Giovani donne e giovani uomini che hanno il desiderio e la volontà di partecipare alla costruzione di una città diversa, migliore, all'avanguardia rispetto a quella in cui vivono".