Roma è stata scelta come sede degli Europei di Atletica leggera del 2024. La candidatura di Roma ha vinto battendo quella della città polacca di Katowice con 14 voti favorevoli sui 16 componenti del consiglio della Europea Athletics. Sarà la terza edizione della manifestazione sportiva ad essere ospitata in Italia: la prima edizione in assoluto, infatti, si è svolta a Torino nel 1934. Per la sindaca di Roma, Virginia Raggi, l'evento porterà "investimenti e lavoro". Per questo si tratta di "una buona notizia per il rilancio della città. Vincere la sfida della candidatura rappresenta un segnale di speranza e di fiducia".

L'atletica europea torna a Roma dopo il '74 di Mennea e Simeoni

Esulta anche l'assessore capitolino allo Sport, Daniele Frongia: "Roma ha vinto. Ennesima dimostrazione di come la nostra città sia la sede ideale per svolgere eventi sportivi di grandissimo livello. Ringrazio il Presidente Alfio Giomi e tutta la federazione per l'impegno profuso in queste settimane e per l'ottima proposta avanzata". E proprio quest'ultimo della Fidal, ha dichiarato: "E' un successo di tutti. Abbiamo fatto da collante all'impegno del Governo, del ministro Vincenzo Spadafora che vorrei ringraziare per il supporto fortissimo che ci ha dato, ma non voglio dimenticare chi ha aperto la strada, cioè Giancarlo Giorgetti. C'è stato un grandissimo sostegno da parte della città di Roma, un sostegno straordinario da Sport e Salute e dal Coni, e la Regione Lazio ha avuto un ruolo fondamentale. Ora l'Atletica italiana ha un obiettivo importante di fronte a sé e la promozione di questo campionato europeo farà crescere la nostra meravigliosa disciplina. Lasciatemi ricordare e salutare due personaggi, Pietro Mennea e Sara Simeoni, perché il 1974 è stato il loro campionato europeo. Ciò che hanno fatto all'epoca è stato straordinario e voglio ringraziare Sara per quello che continua a fare". Pietro Mennea, infatti, vinse l'argento sui 100 metri, l'argento nella staffetta 4×100 e la medaglia d'oro sui suoi 200 metri. Sara Simeoni vinse il bronzo nel salto in alto.