Matteo-Renzi7

"Tre fatture, con un appunto vergato a penna probabilmente da Luigi Lusi, senatore del Pd ed ex tesoriere della Margherita. L'importo totale è di poco inferiore ai 122mila euro […] porta(no) dove non ti saresti mai aspettato: a Matteo Renzi, attuale Sindaco di Firenze e fondatore della Leopolda. Il 2009 fu un anno particolare per lui, prima trionfò sorprendentemente alle primarie del Pd, poi vinse le elezioni comunali. Lo fece anche grazie ai finanziamenti ottenuti da Lusi. Nulla di irregolare naturalmente […] Probabilmente Lusi (pagava) alcuni fornitori della campagna elettorale da sindaco, anche se non è escluso che i servizi fatturati fossero legati alla campagna precedente, quella delle primarie". Sono questi i passaggi dell'articolo pubblicato questa mattina su Libero a firma del vice-direttore Franco Bechis che hanno fatto infuriare il Sindaco di Firenze Matteo Renzi e che hanno innescato una cruenta polemica che potrebbe avere anche un epilogo in sede giudiziaria. In buona sostanza in effetti, Bechis chiama in causa Renzi nel "caos dei trasferimenti e dei finanziamenti" operati da Luigi Lusi, oggetto come ben saprete di una serie di indagini della magistratura volte a chiarire la "destinazione" di una ingente quantità di denaro proveniente dalle casse del disciolto partito.

Immediata la reazione di Renzi smentisce categoricamente la versione di Bechis, contestando anche il tono "fazioso" delll'articolo; in particolare, in una nota affidata alla propria pagina facebook e parzialmente ripresa su twitter: "La cosa sorprendente, dunque, non è io abbia avuto dei finanziamenti per la mia campagna elettorale: la cosa sorprendente è che io non li abbia avuti. Non li ho avuti da Lusi ma neanche dal PD, a differenza di ciò che scrive Bechis e che dovrà provare in tribunale. Vediamo di essere chiari: Lusi, la Margherita e neanche il PD nazionale, regionale e fiorentino, NON mi hanno mai dato un centesimo né per le primarie, né per le elezioni, né per il ballottaggio, né per la Leopolda uno o due. Chi dice il contrario mente sapendo di mentire. O è in malafede. […] Per la mia campagna elettorale 2009 del resto abbiamo speso ben 209.152,27 euro. Tutti i denari sono stati pagati dal Comitato Elettorale per Matteo Renzi sindaco (piazza Ravenna 4, Firenze), non da altri soggetti. Le fatture sono lì a testimoniarlo".

Da facebook la battaglia verbale si sposta su twitter, dopo che un tweet di Fabio Chiusi aveva "riassunto" la vicenda e avvicinato i due protagonisti. Ecco l'intero botta e risposta (che sta proseguendo verosimilmente mentre scriviamo):