La tanto attesa puntata è finalmente andata in onda ieri sera, alle 22:45. Vladimir Luxuria è stata intervistata da un gruppo di bambini, durante la striscia di Rai Tre ‘Alla Lavagna', in contemporanea con programmi come ‘C’è posta per Te' e la nuova stagione di ‘Ora o Mai Più'. Una concorrenza difficile. La puntata è stata nei mesi scorsi rimandata per ben due volte. In un primo momento la trasmissione era attesa per il 28 novembre, poi la Rai aveva annunciato che sarebbe andata in onda l'11 dicembre. E poi, per esigenze di palinsesto, ‘Alla Lavagna' è slittata appunto a gennaio. La variazione nella programmazione, secondo quanto ha sottolineato la stessa Luxuria, ha fatto perdere parte del pubblico affezionato al format.

L'artista e attivista, che si occupa di questioni Lgbt, con un tweet aveva invitato gli spettatori a seguire la puntata. In un'intervista rilasciata a Fanpage.it, aveva denunciato quello che per lei è stato un atto mirato dell'azienda per ostacolare la diffusione della puntata, che non solo è stata rinviata, ma che è stata anche trasmessa in seconda serata, a differenza di tutte le altre interviste che avevano come protagonisti ospiti diversi, (tra cui anche i ministri Salvini e Toninelli) che sono state trasmesse alle 20:20: "È stato cambiato anche il giorno della settimana, perché la striscia va generalmente in onda dal lunedì al venerdì. Invece verrà trasmessa il sabato, dopo le 22:30. E questo è molto strano, dal momento che il target di ‘Alla Lavagna' è soprattutto un pubblico di famiglie, di bambini, per cui sarebbe stato più indicato trasmetterla in prima serata, all'ora di cena, come è sempre stato". 

Un tentativo insomma di oscurare il più possibile il messaggio e il contenuto del programma, nonostante la Rai abbia smentito quest'interpretazione. "Non avrebbero potuto rimandare soltanto la mia puntata, sarebbe stato troppo eclatante. E così, per motivi di opportunità, hanno dovuto spostare anche le altre. Mi hanno messo nell'ultima settimana insieme ad altri quattro personaggi, come la Santanché e Cirino Pomicino. In realtà credo di capire che in questo periodo, alla luce di quello che sta avvenendo nel Paese, per alcuni il bullismo e l'omofobia sono argomenti scomodi, che non andrebbero proposti nelle scuole. E invece io ritengo si debba dialogare con i bambini, soprattutto quando sono piccoli", aveva detto l'ex parlamentare a Fanpage.it.

Dopo le polemiche ieri il pubblico ha potuto seguire la tanto discussa intervista. Vladimir Luxuria è stata presentata come la prima persona transgender ad essere eletta in un Parlamento. "Questa lezione mi dà fiducia nel futuro e nell'umanità. Se questi ragazzi, che non vedevano me come personaggio famoso ma come persona, e mi hanno seguita e capita, sono il futuro, allora forse questo futuro ci riserverà un mondo migliore", ha commentato l'ex parlamentare. Un bambino ha raccontato di essere rimasto colpito da un episodio raccontato dall'artista: "È stata aggredita in metropolitana da alcuni ragazzi, ma nessuno l'ha aiutata e tutti hanno voltato la testa".

L'artista ha spiegato perché ha scelto ‘Luxuria' come nome d'arte: "Questa parola l'ha scelta un amico per me. Io do a questo nome il significato di ‘lussureggiante', una persona che ama la vita e vuole goderne con pienezza'". Ha affrontato poi argomenti difficili, che hanno suscitato l'empatia dei bimbi, spiegando per esempio perché ha scelto di cambiare sesso: "Quando sono nato ero un maschietto, ma non ero contento di esserlo. Sentivo dentro di me di essere una bambina. Mi piaceva giocare con le bambole, sentire i profumi che usava mia mamma in bagno. Quando mi guardavo allo specchio avevo un'immagine dentro di me diversa da quello che ero. Ho cercato di cambiare, pensando di essere sbagliata. Ma stavo diventando un bambino molto malinconico. Allora ho deciso di confessare tutto. Qualcuno mi ha capita, qualcuno no. Ma oggi sono diventata una persona molto più equilibrata. Non si diventa così, si nasce così".

Luxuria ha poi parlato di episodi di discriminazione, del rapporto difficile con le famiglie, che spesso lasciano da soli i propri figli, quando non accettano la loro ‘diversità': "I miei genitori mi vogliono bene, sono i miei più grandi sostenitori, se qualcuno parla male di me si arrabbiano. Un genitore è sempre tenuto a voler bene ai propri figli. Anche durante la celebrazione del matrimonio viene esplicitato che i genitori devono seguire le inclinazioni naturali dei figli. Tanti come me non parlano per anni con i propri genitori, ed è brutto". E nel pronunciare queste parole l'artista ha avuto un momento di commozione.

Su Twitter l'ex parlamentare ha ricevuto i complimenti da parte di tanti utenti. "La prima cosa che ho fatto stamattina è stata guardare su RaiPlay Vladimir Luxuria e la sua ‘lezione' ancora nn capisco perché è stata mandata in altro orario…semplicemente super nell'affrontare temi così importanti con una delicatezza unica…non avevo dubbi…". E ancora: "Ho visto ieri sera la puntata di #AllaLavagna, talmente bella per quello che ha detto Vladimi Luxuria e per come lo ha detto, che vado a rivedermela su #raiplay. Grazie".