7.553 CONDIVISIONI
Covid 19
17 Settembre 2021
17:05

Stop immediato a stipendio per lavoratori senza green pass: sospensione dal primo giorno di assenza

Palazzo Chigi precisa che per i lavoratori senza green pass sul posto di lavoro scatterà sin dal primo giorno la sospensione dello stipendio: lo stop alla retribuzione varrà sia per i dipendenti pubblici che per quelli delle aziende private. Per le imprese con meno di 15 dipendenti sarà possibile sostituire temporaneamente il lavoratore senza certificazione verde.
A cura di Stefano Rizzuti
7.553 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Niente retribuzione sin dal primo di giorno di assenza perché senza green pass sia per i lavoratori pubblici che privati. A precisarlo è Palazzo Chigi, fornendo alcune delucidazioni sul decreto approvato in Consiglio dei ministri che introduce l’obbligo di certificazione verde per accedere a tutti i luoghi di lavoro. Da Chigi si ricorda che “non è prevista la retribuzione dal primo giorno in cui si presentano a lavoro senza la certificazione verde” sia per i dipendenti pubblici che per i lavoratori del settore privato. Inoltre si sottolinea come le aziende con meno di 15 dipendenti possano sostituire temporaneamente il lavoratore senza green pass.

La sospensione dei lavoratori senza green pass nella Pa

Per quanto riguarda il settore pubblico, i dipendenti che non avranno il green pass o non lo esibiranno all’accesso al luogo di lavoro saranno considerati assenti ingiustificati fino alla presentazione della certificazione. Dopo cinque di assenza, scatta la sospensione del rapporto di lavoro, ma la “retribuzione non sarà dovuta dal primo giorno di assenza”. Si ricorda, però, come non siano previste conseguenze disciplinari di alcun tipo né possa esserci un rischio di licenziamento: il rapporto di lavoro viene comunque conservato. Chi si trova sul luogo di lavoro e non ha il green pass va incontro a una sanzione da 600 a 1.500 euro.

L’applicazione del green pass per il settore privato

Anche nelle aziende private il personale senza green pass verrà considerato assente senza diritto alla retribuzione fino a che non presenterà la certificazione. Allo stesso modo della Pa, non c’è alcun rischio di conseguenze disciplinari né di licenziamento, mentre chi viene scoperto a lavoro senza pass rischia una multa da 600 a 1.500 euro. Altra specifica riguarda le aziende con meno di 15 dipendenti: in questi casi è prevista una apposita disciplina per consentire al datore di lavoro di sostituire, in maniera temporanea, il lavoratore senza certificazione verde.

7.553 CONDIVISIONI
27601 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni